Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Putin osserva che la situazione con COVID-19 in Russia è migliore che in altri Paesi

© Sputnik . Mikhail Klimentyev / Vai alla galleria fotograficaVladimir Putin
Vladimir Putin - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia sta attraversando la pandemia di coronavirus in modo "più leggero" rispetto ad altri paesi, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin.

"Stiamo attraversando questo periodo difficile per l'economia e la sfera sociale in modo più leggero di molti altri Stati", ha detto Putin.

Il presidente ha sottolineato che la situazione in Russia è migliore che in altri Paesi perché "le misure necessarie vengono prese in modo tempestivo ed efficace".

Allo stesso tempo, Putin ha avvertito che non è il momento di rilassarsi poiché la situazione potrebbe cambiare.

"Non vorrei tornare alle misure restrittive che abbiamo imposto questa primavera", ha aggiunto.

La Russia ha a oggi un totale di 1.128.836 casi di coronavirus, quasi 930.000 pazienti sono guariti e 19.948 sono morti.

L'imposizione di un nuovo lockdown

Alcuni Paesi stanno valutando l'imposizione di un nuovo lockdown a causa di un nuovo picco nei casi del coronavirus. 

In seguito all'aumento dei casi di contagio, il governo britannico sta valutando nuove restrizioni per fermare la diffusione del virus, tra le quali un ritorno allo smart working e la chiusura di pub, bar e ristoranti. I controlli verranno intensificati e saranno comminate più multe per i trasgressori. 

Israele invece oggi ha già deciso di imporre un blocco completo, che inizierà venerdì e probabilmente durerà almeno fino alla fine della festa del Sukkot il 9 ottobre. Dopo otto ore di deliberazioni, il consiglio speciale per l’emergenza del coronavirus ha formulato le sue raccomandazioni che sono state portate al consiglio dei ministri riunitosi al suo completo per un voto a tarda notte. Alle 6.30 del mattino il Governo ha approvato il blocco. 

L’ulteriore inasprimento, ancora più severo rispetto a quello di marzo, dovrebbe includere: la chiusura delle sinagoghe, la riduzione del numero di persone che possono protestare, la chiusura di tutte le attività commerciali e i mercati non essenziali, la riduzione delle rotte dei trasporti pubblici e la possibilità per i cittadini di riunirsi solo all'interno delle loro famiglie nucleari.

Persino la Svezia, che fino a ora non ha mai imposto delle misure severe, sta valutando di imporre un lockdown completo. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала