Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bielorussia, Europarlamento riconosce come interlocutore legittimo il consiglio d'opposizione

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaManifestanti in corteo a Minsk, 5 settembre 2020
Manifestanti in corteo a Minsk, 5 settembre 2020 - Sputnik Italia
Seguici su
Il Parlamento europeo ha riconosciuto il cosiddetto Consiglio di coordinamento dell'opposizione bielorussa come legittimo rappresentante politico del Paese.
"Gli eurodeputati accolgono con favore l'istituzione del Consiglio di coordinamento come rappresentante provvisorio del popolo bielorusso", si afferma in una dichiarazione del Parlamento Europeo.

In precedenza l'Europarlamento aveva approvato una risoluzione con 574 voti a favore, 37 contrari e 82 astensioni in cui non riconosceva i risultati delle elezioni presidenziali del 9 agosto che hanno attribuito al capo di Stato in carica Alexander Lukashenko una vittoria schiacciante con oltre l'80%.

Il Parlamento europeo ha chiesto di ripetere le elezioni con osservatori internazionali nonostante il fatto che diverse istituzioni dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) si fossero già rifiutate di inviare i propri osservatori in quel paese per monitorare il voto del 9 agosto con il pretesto della pandemia di coronavirus.

Il Parlamento europeo ha inoltre approvato l'introduzione di sanzioni contro il presidente bielorusso Alexander Lukashenko per presunti brogli elettorali.

"Appoggiamo pienamente le sanzioni dell'Unione Europea contro i responsabili della falsificazione delle elezioni (...), incluso Alexandr Lukashenko", si legge nella risoluzione approvata dell'Europarlamento, che non lo riconosce come presidente.

A favore della risoluzione hanno votato Pd, FI, FdI e M5s, mentre la Lega si è astenuta.

La decisione della Lega è stata commentata dal leader di Pd, Nicola Zingaretti, su Twitter:

Proteste in Bielorussia dopo presidenziali

Le proteste di massa dell'opposizione sono scoppiate in tutta la Bielorussia a seguito delle elezioni presidenziali del 9 agosto che hanno visto la rielezione del presidente Alexander Lukashenko per il suo sesto mandato. Mentre le autorità elettorali sostengono che Lukashenko abbia raccolto oltre l'80% dei voti, l'opposizione insiste che la sua principale contendente, Svetlana Tikhanovskaya, abbia vinto le elezioni. L'opposizione accusa inoltre le forze di sicurezza di abusare della forza per reprimere le proteste.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала