Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lukashenko parla di "scenari venezuelani e siriani" utilizzati nelle proteste in Bielorussia

© Sputnik . Viktor Tolochko / Vai alla galleria fotograficaIl presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko interviene al comizio a suo sostegno a Minsk
Il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko interviene al comizio a suo sostegno a Minsk - Sputnik Italia
Seguici su
Gli organizzatori delle proteste in Bielorussia hanno preso a modello gli scenari utilizzati in Siria e Venezuela, ha affermato oggi il presidente bielorusso Alexander Lukashenko.
"Hanno usato un nuovo approccio per destabilizzare la Bielorussia, andando a puntare gli elettori più fedeli del presidente, come quelli che vivono nelle regioni, i lavoratori, i dipendenti pubblici, i pensionati. La stessa tattica è stata usata in Siria e in Venezuela", ha detto Lukashenko, citato dall'agenzia di stampa Belta.

Secondo il presidente bielorusso, gli Stati Uniti ed i loro alleati europei hanno iniziato a preparare gli eventi in corso in Bielorussia con 10 anni di anticipo.

"A livello globale, questi sono gli Stati Uniti, vale a dire la loro rete di fondazioni per sostenere la cosiddetta democrazia. In Europa si sono attivati i satelliti statunitensi: Polonia, Lituania, Repubblica Ceca e, sfortunatamente, Ucraina", ha detto il presidente bielorusso.

Tutti questi Paesi hanno avuto un ruolo da svolgere, ha detto Lukashenko. L'Occidente ha cambiato tattica dopo i tentativi falliti di fomentare la rivoluzione in Bielorussia nel 2006 e nel 2010, ha detto il presidente. Le tecnologie di destabilizzazione preparate per le elezioni presidenziali erano state "testate" durante le elezioni legislative diversi mesi prima, secondo Lukashenko.

Lukashenko ha parlato dell'esistenza di piani per portare migliaia di persone nelle strade durante le proteste ed occupare edifici governativi rilevanti.

Proteste in Bielorussia dopo presidenziali

Le proteste dell'opposizione sono scoppiate in tutta la Bielorussia a seguito delle elezioni presidenziali del 9 agosto che hanno visto la rielezione del presidente Alexander Lukashenko per il suo sesto mandato. Mentre le autorità elettorali sostengono che Lukashenko abbia raccolto oltre l'80% dei voti, l'opposizione insiste che la sua principale contendente, Svetlana Tikhanovskaya, abbia vinto le elezioni. L'opposizione accusa inoltre le forze di sicurezza di abusare della forza per reprimere le proteste.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала