Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Presidente austriaco non vede nessuna relazione tra il caso di Navalny e il progetto Nord Stream 2

Seguici su
Il presidente austriaco Alexander Van der Bellen ha detto martedì di non vedere alcuna relazioni tra la situazione con l'attivista dell'opposizione russa Alexey Navalny e il progetto del gasdotto Nord Stream 2.

"Io, per esempio, non vedo alcun collegamento tra la situazione con Navalny e il progetto Nord Stream 2. Vedo quest'ultimo come un progetto commerciale", ha detto il presidente austriaco quando gli è stato chiesto se Vienna sosterrebbe la chiusura del progetto sulla situazione con Navalny.

Van der Bellen ha osservato che non c'era chiarezza nel caso di Navalny e che nulla era stato dimostrato in modo decisivo.

La dichiarazione segue il commento dell'ambasciatore statunitense presso la NATO Kay Bailey Hutchison sulle speranze di Washington che la Germania abbandoni il progetto del gasdotto Nord Stream 2 dopo le accuse alla Russia per aver avvelenato Navalny.

Martedì scorso, Navalny ha condiviso la sua prima foto da quando è uscito dal coma su Instagram. Le condizioni del leader dell'opposizione extraparlamentare russa hanno iniziato a migliorare dal 7 settembre, quando è stato risvegliato dal coma indotto.

Il caso Navalny

La scorsa settimana, il governo tedesco ha affermato che i medici dell'ospedale di Charite hanno trovato tracce di un agente nervino del gruppo Novichok nel sistema di Navalny. La Russia ha detto che Berlino non ha prove a sostegno delle sue accuse e ha osservato che i medici russi non hanno trovato sostanze tossiche.

La Russia ha anche richiesto assistenza legale e maggiori informazioni sul caso di Navalny. Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha detto che Berlino potrebbe condividere informazioni su Navalny, ma tale condivisione è un processo a più fasi.

Il 20 agosto, Navalny si ha avuto un malore durante un volo interno in Russia. Inizialmente è stato curato nella città siberiana di Omsk, dove l'aereo ha effettuato un atterraggio di emergenza, ma è stato poi portato a Berlino una volta che i medici hanno stabilito che era idoneo per il trasporto aereo transfrontaliero.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала