Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Caso Navalny: Russia respinge accuse di possesso di scorte di agente nervino "Novichok"

© Sputnik . Valery Melnikov / Vai alla galleria fotograficaAlexei Navalny at the session of Russia's central election commission on 25 December 2017. Navalny had planned to take part in the 2018 presidential election, but the commission said he was ineligible because of a corruption conviction.
Alexei Navalny at the session of Russia's central election commission on 25 December 2017. Navalny had planned to take part in the 2018 presidential election, but the commission said he was ineligible because of a corruption conviction.  - Sputnik Italia
Seguici su
Tutti gli stock russi dell'agente nervino "Novichok" sono stati eliminati in conformità con i protocolli dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC), ha detto martedì il capo dell'Agenzia d'intelligence straniera russa, Sergey Naryshkin.

"Sono stati eliminati in conformità con i protocolli OPAC. Ciò è stato registrato a tempo debito. Pertanto, affermare che ci sono impianti di produzione o vecchie scorte di agenti per la guerra chimica sul territorio della Russia è, ovviamente, disinformazione", ha detto Naryshkin ai giornalisti alla domanda se la Russia abbia scorte di "Novichok".

Il funzionario ha anche affermato che i medici della città siberiana di Omsk, dove è stato curato per la prima volta l'attivista dell'opposizione russa Alexey Navalny, hanno condotto test in conformità con tutti i protocolli e non hanno trovato tracce di avvelenamento dopo gli esami al paziente.

"Inoltre, questi dati sono noti, sono contenuti nei documenti pertinenti, e campioni del materiale biologico di Alexey Navalny sono anche a disposizione dei medici. Il fatto è che nel momento in cui Alexey Navalny ha lasciato il territorio della Federazione Russa il suo corpo non conteneva sostanze tossiche e velenose", ha aggiunto Naryshkin.

Доктор химических наук, профессор Леонид Ринк - Sputnik Italia
"Assurdi" i nuovi dati su avvelenamento di Navalny per il creatore del Novichok

Il caso Navalny

In precedenza, Mosca aveva dichiarato che i medici russi non avevano trovato sostanze tossiche nell'organismo di Navalny prima che fosse trasportato in Germania, aggiungendo che Berlino non aveva fornito prove a sostegno delle sue affermazioni.

Il Cremlino ha anche sottolineato che i pubblici ministeri russi avevano chiesto informazioni sulle condizioni di Navalny e il 27 agosto hanno inviato una richiesta di assistenza legale a Berlino, ma non hanno ricevuto risposta. Secondo il Cremlino, la Russia ha bisogno di accedere alle informazioni prima di poter aprire un'indagine.

Inoltre, la Russia ha sottolineato di non aver prodotto alcuna sostanza del gruppo "Novichok" da quando l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC) ha verificato la distruzione delle scorte di armi chimiche del Paese all'inizio degli anni '90.

Navalny ha avuto un malore durante un volo dalla Siberia a Mosca il 20 agosto. È stato quindi ricoverato in un ospedale nella città siberiana di Omsk, dove l'aereo ha effettuato un atterraggio di emergenza. Due giorni dopo, Navalny è stato trasportato alla clinica Charite con sede a Berlino per ulteriori cure.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала