Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tensioni nel Mediterraneo, Turchia condanna accordo USA-Cipro su apertura centro addestramento

© AFP 2021 / Bulent KilicNavi della marina militare turca ad Istanbul
Navi della marina militare turca ad Istanbul - Sputnik Italia
Seguici su
La creazione del nuovo centro di addestramento di Larnaca è prevista dal Memorandum siglato da Mike Pompeo e dal ministro degli Esteri cipriota Christodoulides.

Il Ministero degli Esteri turco ha stigmatizzato l'intesa tra Stati Uniti e Cipro sulla costruzione di un nuovo centro di addestramento sull'isola del Mediterraneo orientale.

"La strada intrapresa dagli Stati Uniti, rimuovendo l'embardo militare sull'amministrazione greco-cipriota e includendo un programma di addestramento militare va a creare un discompenso nell'equilibrio tra i due popoli dell'isola e va ad accrescere le tensioni nel Mediterraneo Orientali", ha speigato il portavoce del dicastero Hami Aksoy.

Il funzionario ha quindi esortato gli Stati Uniti a ritornare ad una politica di neutralità, ricordando che le azioni di Washington non saranno di alcun aiuto nel raggiungere un compromesso sulla questione cipriota.

Il memorandum tra USA e Cipro

Durante la sua recente visita a Cipro, il segretario di Stato Mike Pompeo ha incontrato il ministro degli Esteri cipriota Christodoulides, insieme al quale ha messo nero su bianco un memorandum d'intesa per il rafforzamento della cooperazione nella difesa che  "aiuterà a sviluppare ulteriormente" i rapporti tra i due paesi e a "mettere in sicurezza i confini".

Il contenuto del memorandum prevede la creazione di un centro di addestramento a Larnaca, che sarà denominato "Cyprus Centre for Land, Open Seas and Port Security" (Cyclops).

Si tratterà di una struttura di proprietà del governo cipriota e sarà finanziata dal governo degli Stati Uniti.

L'escalation nel Mediterraneo orientale

Dopo la firma di un accordo marittimo tra Atene e Il Cairo, Recep Tayyip Erdogan ha annunciato all'inizio di agosto la ripresa degli studi dei fondali alla ricerca di idrocarburi in un'area contesa del Mediterraneo orientale.

Ankara ha intensificato le perforazioni al largo di Cipro. Queste attività sono considerate "illegali" dalla maggior parte dei Paesi della regione e dell'Unione Europea. Emmanuel Macron ha denunciato una "violazione" da parte della Turchia della sovranità greca e cipriota.

Il presidente ha annunciato un rafforzamento temporaneo della presenza militare francese nella regione con il dispiegamento di due caccia Rafale e due navi della Marina francese. A seguito di questa iniziativa, la Turchia ha accusato la Francia di comportarsi "da gangster" e di "accentuare le tensioni" con la Grecia, sostenendo che non era quello che voleva e rigettando la responsabilità delle tensioni su Atene.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала