Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte ha parlato con Putin sul caso Navalny

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Filippo AttiliIl Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Senato per l'informativa sugli esiti del Consiglio europeo
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Senato per l'informativa sugli esiti del Consiglio europeo - Sputnik Italia
Seguici su
Conte ha avuto modo di comunicare per telefono con il presidente Putin sul caso riguardante la figura dell'opposizione russa Alexey Navalny.

Il primo ministro Giuseppe Conte in una intervista con il Foglio Quotidiano ha dichiarato che "la posizione del governo tedesco, che peraltro esercita in questo semestre la presidenza della Ue, coincide con quella italiana ed europea". 

Secondo Conte "è necessario fare luce su quanto accaduto e perseguire i responsabili di un attentato di tale gravità contro l'esponente dell'opposizione russa".

"L'ho detto in una recente conversazione al presidente Putin, con il quale mi sento speso e ho sempre un dialogo franco e aperto, anche perché ritengo la Russia essenziale per la soluzione di molte crisi di nostro primario interesse", ha affermato Conte in riferimento al caso Navalny.

Il Premier italiano ha affermato di aver avuto modo di parlare per telefono con Putin e che il presidente russo gli ha anticipato "che avrebbe costituito una commissione d'inchiesta" e che si è detto pronto "a collaborare con le autorità tedesche".

"La collaborazione" continua Conte, "è la via migliore per scongiurare che questa drammatica vicenda possa incidere negativamente sui rapporti tra l'Unione europea e la Russia".

Il Caso Navalny

Navalny è stato ricoverato a Omsk il 20 agosto dopo essersi sentito male in aereo. In base ai risultati degli esami, i medici di Omsk hanno diagnosticato il malore di Navalny come disturbi metabolici che hanno indotto un forte calo della glicemia. Non è ancora chiaro cosa l'abbia causato, ma secondo i medici di Omsk, non sono stati trovati veleni nel sangue e nelle urine di Navalny.

Successivamente il leader dell'opposizione extraparlamentare russa è stato trasportato in aereo in Germania. La scorsa settimana, il governo tedesco ha annunciato con riferimento alle analisi dei medici militari, che Navalny sarebbe stato avvelenato con una sostanza del gruppo Novichok, un agente nervino altamente tossico per la guerra chimica. A questo proposito il Cremlino ha dichiarato che Berlino non ha informato Mosca dei suoi risultati e il ministero degli Esteri russo ha sottolineato che la Russia era in attesa di una risposta dalla Germania ad una richiesta ufficiale su questa situazione.

Il giorno del ricovero in ospedale di Navalny, la Procura e la polizia hanno avviato indagini. L'ambasciata russa a Berlino ha detto che si aspetta che la parte tedesca risponda il più rapidamente possibile alle istanze della Procura Generale russa del 27 agosto per l'assistenza legale nel caso Navalny. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha osservato che sono in corso azioni investigative sul caso Navalny e se la presenza di una sostanza velenosa sarà confermata, le indagini saranno aperte e avverranno secondo il diritto.

Lunedì la clinica di Berlino Charite ha riferito che le condizioni di Navalny sono migliorate ed il paziente è uscito dal coma farmacologico.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала