Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cina conferma l'efficacia di un farmaco russo contro il COVID-19

© Sputnik . Pavel Lisitsin / Vai alla galleria fotograficaTriazavirin
Triazavirin - Sputnik Italia
Seguici su
Scienziati cinesi hanno confermato che il farmaco russo Triazavirin, secondo i risultati di uno studio preliminare, è efficace nella lotta contro il COVID-19, ha affermato il vicepresidente dell'Accademia Russa delle Scienze Valery Charushin.

In precedenza era stato riferito che a febbraio, su richiesta del Consolato Generale della Repubblica Popolare Cinese ad Ekaterinburg, gli scienziati avevano inviato il farmaco in Cina per testarlo nella terapia contro il coronavirus.

"Il Triazavirin ha un effetto positivo nella lotta contro COVID-19: abbrevia la durata del decorso della malattia e allevia molti sintomi. Abbiamo ricevuto queste informazioni dal presidente dell'Università di Medicina di Harbin Yang Baofeng. Finora la risposta non è ufficiale, in quanto le ricerche non sono state completate. Il risultato è intermedio, necessita di ulteriori elaborazioni, ma nel complesso c'è un effetto positivo", le parole di Charushin sono citate in un comunicato dell'Università Federale degli Urali.

Secondo lui, la Cina ha approvato un protocollo di sperimentazione clinica (pubblicato sulla rivista internazionale Engineering), secondo il quale dieci ospedali nella provincia di Heilongjiang conducono studi randomizzati e "al buio": nel gruppo di controllo e in quei pazienti che ricevono il farmaco, nessuno è al corrente di ricevere questo preparato sperimentale... Gli studi sono condotti su pazienti di gravità da lieve a moderata.

L'Università Federale degli Urali chiarisce che nello studio sono coinvolti 245 pazienti della provincia. Indagini simili sono in corso in diversi ospedali ad Ekaterinburg.

Nel corso della giornata era stato comunicato dal centro di ricerca "Gamaleya" che 2 dosi del vaccino Sputnik V a distanza di 21 giorni inducono l'immunità al Covid nel 100% dei casi. L'affermazione si basa sui risultati delle sperimentazioni cliniche effettuate.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала