Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lukashenko sostiene che la Kolesnikova sia stata gettata dall'auto dai suoi stessi alleati

© AFP 2021 / SERGEI GAPONMaria Kolesnikova, figura dell'opposizione bielorussa
Maria Kolesnikova, figura dell'opposizione bielorussa - Sputnik Italia
Seguici su
Maria Kolesnikova, un membro senior del consiglio di coordinamento dell'opposizione bielorussa, è stata scaraventata da un'auto al confine ucraino dai suoi stessi alleati, ha detto il presidente bielorusso Alexander Lukashenko in un'intervista alle emittenti russe.
"C'è una maggiore sicurezza al confine, quindi lì si trova una pattuglia. Naturalmente, sono stati fermati. Hanno accelerato e sembra che lei sia stata scaraventata fuori dall'auto in corsa", ha detto Lukashenko.

Secondo il presidente il servizio di frontiera ha poi arrestato la Kolesnikova, che invece secondo l'attivista anti-Lukashenko Maxim Znak è stata rapita fuori da un ufficio postale

"E gli altri hanno attraversato il confine, attraverso il checkpoint ucraino. Per quanto ne so, l'Ucraina li ha arrestati. E siamo in trattative per riaverli", ha detto Lukashenko.

Un membro del consiglio di opposizione, Pavel Latushko, ha affermato che c'è stato un tentativo di introdurre illegalmente la Kolesnikova in Ucraina con la forza, con lei che ha strappato il suo passaporto per evitarlo.

La polizia di frontiera bielorussa ha rivelato che la Kolesnikova, Anton Rodnenkov e Ivan Kravtsov hanno attraversato il posto di blocco in Bielorussia e si sono diretti verso l'Ucraina. Lukashenko ha inoltre affermato che la Kolesnikova e altre due figure dell'opposizione sono state lasciate passare dalla polizia di frontiera e doganale bielorussa.

La Bielorussia ha assistito a numerose proteste dal 9 agosto, quando si sono tenute le elezioni presidenziali. Secondo la Commissione elettorale centrale, Lukashenko è stato rieletto con l'80,1%. L'opposizione ha rifiutato di riconoscere i risultati del voto. Nei primi giorni le forze dell'ordine hanno soffocato le proteste usando gas lacrimogeni, idranti e proiettili di gomma, per poi rinunciare all'uso della forza. I dati ufficiali suggeriscono che più di 6.700 persone siano state arrestate all'inizio dei disordini. Il ministero dell'Interno ha detto che centinaia di persone sono rimaste ferite nelle proteste, tra cui più di 130 agenti delle forze dell'ordine. È stata confermata la morte di tre manifestanti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала