Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan, governo e talebani pronti per i colloqui di Doha dopo il rilascio dei prigionieri

Seguici su
I negoziati di pace potrebbero aver luogo anche questo fine settimana in Qatar, dopo che quasi tutti i prigionieri sono stati rilasciati dal governo di Kabul, come richiesto dai talebani come primo passo per l'intesa.

Una delegazione di negoziatori e funzionari afghani volerà presto a Doha, in Qatar, probabilmente questo stesso weekend, secondo quanto riferisce l'agenzia Reuters, menzionando fonti governative e diplomatiche di Kabul. I colloqui saranno possibili dopo il rilascio di quasi tutti i 5.000 prigionieri detenuti, condizione che i talebani avevano posto per dare il via al processo di pace. 

Sarebbero stati tutti rilasciati i talebani prigionieri, ad esclusione di un gruppo di sette. L'indiscrezione è stata confermata da Javid Faisal, il portavoce del consigliere per la sicurezza nazionale, secondo cui tutti tranne "un piccolo numero" dei restanti prigionieri talebani sarebbero stati rilasciati. I ribelli avrebbero a loro volta rilasciato alcuni membri delle forze di sicurezza, così come richiesto dal governo.

"Gli sforzi diplomatici sono in corso", ha scritto il portavoce in un tweet. "Ci aspettiamo che i colloqui diretti inizino prontamente". 

​I talebani non hanno risposto alla richiesta di un commento e non è ancora stata resa ufficiale la data in cui avverranno i colloqui. Anche se alcune fonti interrogate da Reuters hanno assicurato l'imminenza dei negoziati, secondo altre questo giovedì si è deciso per un rinvio. 

Meno di un mese fa, il presidente del presidente Ashraf Ghani aveva annunciato la firma imminente del decreto di rilascio dell'ultimo gruppo di 400 prigionieri talebani, i più irriducibili, coinvolti in attentati anche contro le forze occidentali. 

I talebani avevano chiesto la liberazione degli ultimi 400 prigionieri su 5.000, come condizione per prendere parte ai colloqui di pace. Ma il governo era stato titubante poiché questi prigionieri erano coinvolti in gravi fatti di sangue, tra cui un attentato al camion del 2017 vicino all'ambasciata tedesca a Kabul durante il quale erano state uccise più di 150 persone.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала