Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ritorno a scuola con la mascherina chirurgica, no a quelle fatte in casa

© Sputnik . Alexandr Kryazhev / Vai alla galleria fotograficaMascherine
Mascherine - Sputnik Italia
Seguici su
A scuola con la mascherina ma quella chirurgica monouso fornita dalla scuola stessa. Le mascherine fai da te non potranno essere ammesse in classe.

A scuola solo ed esclusivamente con le mascherine chirurgiche, quelle cosiddette di comunità che in passato l’Istituto superiore di sanità (ISS) aveva insegnato a realizzare attraverso un pieghevole, non saranno ammesse.

La decisione proviene dal Comitato tecnico scientifico del Ministero della Salute che continua a lavorare sulle linee guida riservate alla scuola che intanto ieri 1 settembre ha riaperto ufficialmente le porte a quanti devono seguire i corsi di recupero. Questi ultimi, però, grazie all’autonomia scolastica sono iniziati già il 26 di agosto in alcune città italiane del nord.

Il governo attraverso il ministero dell’Istruzione, il ministero della salute ed anche il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri, ha più volte sottolineato il fatto che le scuole riceveranno 11 milioni di mascherine al giorno per fare fronte alle esigenze.

Nessuno dovrà restare sprovvisto di mascherina e in particolare gli alunni avranno una mascherina adatta alla loro età da apporre sul volto. Fca Group, che di recente ha ottenuto l’autorizzazione dall’ISS per la produzione, è tra le società italiane che hanno riconvertito la produzione, a cui è stato affidato l’incarico di produrre mascherine chirurgiche pediatriche.

Problema distribuzione

Secondo le prime informazioni gli alunni riceveranno le mascherine ogni mattina prima di entrare a scuola.

Una distribuzione che potrebbe creare non solo problemi per via degli assembramenti, ma anche ritardi nell’inizio delle lezioni in quegli istituti di scuola superiore che contano centinaia e centinaia di studenti.

Inoltre le mascherine dovranno essere obbligatoriamente indossate anche prima di giungere a scuola, sui mezzi di trasporto e in attesa sulle banchine e alle fermate degli autobus.

5 in condotta a chi non la indossa

I presidi pensano a una modifica dei regolamenti disciplinari di istituto e con molta probabilità gli studenti e le studentesse saranno “incentivati” all’uso con provvedimenti disciplinari pesanti quali la sospensione dalle lezioni e il 5 in condotta che significa bocciatura automatica.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала