Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Scuola, ripartono i corsi di recupero in tutta Italia senza obbligo di mascherina

© Foto : Presidenza della RepubblicaIl Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola "D. Manin", nel quartiere esquilino
Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della visita alla scuola D. Manin, nel quartiere esquilino - Sputnik Italia
Seguici su
Riparte la scuola con i corsi di recupero per chi ha fatto fatica in una o più materie. Questo è il giorno del primo test dopo il lockdown.

Ufficialmente oggi riparte la scuola con i corsi di recupero, anche se grazie all’autonomia regionale e scolastica alcuni istituti hanno già iniziato ad erogare i corsi di recupero sulle materie più “ostiche” per gli studenti a fine agosto. Questo è il caso dell’istituto superiore di Verbania che ha dovuto poi chiudere per un caso Covid-19 accertato.

La buona notizia per gli studenti e le studentesse riguarda la mascherina in classe, potranno stare senza mascherina al banco nelle aule dove le dimensioni lo consentiranno, ovvero con il famoso “almeno un metro” di distanziamento fisico.

Il Comitato tecnico scientifico ha ribadito che la scuola è una priorità che può andare di pari passo con il principio di precauzione, la protezione dei docenti e di tutto il personale scolastico e che le misure sono sostenibili.

Capitolo trasporti

Ieri sera in extremis è arrivato il benestare sulle linee guida per i mezzi di trasporto pubblico che dovranno accompagnare a scuola studenti a centinaia di migliaia, ma anche milioni di lavoratori.

Il Ministero dei Trasporti ha ottenuto anche l’approvazione delle Regioni e delle Province, grazie all’aumentata capienza sui mezzi di trasporto che sale quindi all’80% dei posti a sedere e una riduzione di quelli in piedi. Ma se le aziende della mobilità installeranno dei separatori potranno arrivare al 100% dei posti a sedere.

Capienza massima raggiungibile però solo per tratti non superiori ai 15 minuti.

La carenza di mezzi di trasporto potrà essere sopperita con una inusuale procedura. Nelle ore di punta si potranno destinare ai servizi di linea per trasporto persone anche le autovetture a uso di terzi attraverso procedure semplificate per l’affidamento dei servizi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала