Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministro Di Maio vola a Tripoli in una fase delicata per la tregua

© Foto : Facebook / Luigi di MaioLuigi di Maio partecipa a un panel dedicato al tema della visione del mondo nel post-Covid
Luigi di Maio partecipa a un panel dedicato al tema della visione del mondo nel post-Covid - Sputnik Italia
Seguici su
Luigi Di Maio in missione in Libia, il ministro degli Esteri italiano incontrerà Sarraj per capire la situazione politica, ma anche per parlare di affari economici.

Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, vola a Tripoli per un colloquio riservato con Fayez Serraj, il capo del governo riconosciuto dalle Nazioni Unite.

Il momento è delicato e Serraj ha da poco sospeso dalle sue funzioni il ministro degli Interni Fathi Bishaga, il quale aveva coordinato le milizie di Tripoli nella difesa della città contro gli uomini del generale Haftar.

Secondo La Repubblica, Serraj avrebbe “deposto” Bishaga perché avrebbe fomentato la piazza durante le recenti proteste per mettere in difficoltà il governo di Sarraj.

Ma Bishaga è anche l’uomo che ha stretto rapporti intensi con la Turchia e allo stesso tempo l’uomo dell’antiterrorismo che nell’estate del 2016 svolse un ruolo importante nel liberare Sirte dall’Isis.

Cosa sta succedendo nel governo di Sarraj

L’obiettivo di Di Maio è capire cosa sta accadendo all’interno del governo di Sarraj e spronarlo a proseguire sull’accordo di cessate il fuoco definitivo con la Cirenaica.

Oltre a Tripoli, la missione del ministro degli Esteri italiano prevede una tappa a Tobruk dove incontrerà Aguila Saleh Issa, il presidente della Camera dei rappresentanti di Tobruk.

Una missione anche commerciale

Nell’agenda del ministro Di Maio non solo questioni di politica, ma anche di economia. Con Di Maio c’è il sottosegretario Di Stefano con delega al Commercio estero.

Obiettivo dell’Italia riattivare la Commissione mista italo-libica sugli affari economici. Urge infatti risolvere il nodo dei crediti vantati dalle aziende italiane e capire quali prospettive ci sono per l’Italia nella realizzazione di progetti che possano essere di comune interesse.

L’Italia punta alla ricostruzione dell’aeroporto di Tripoli e alla ripresa dei lavori per la realizzazione della cosiddetta “autostrada della pace”, un auspicio per un paese da anni alle prese con la guerra civile.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала