Salvatore Mancuso non sarà estradato in Italia

© AP Photo / Luis BenavidesSalvatore Mancuso
Salvatore Mancuso - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Salvatore Mancuso non metterà piede sul suolo italiano. La diplomazia degli USA ha scelto una strategia geopolitica diversa dettata dalla logica trumpiana.

L’ex capo paramilitare italo-colombiano Salvatore Mancuso detenuto nelle carceri degli Stati Uniti, non sarà estradato al termine della sua pena il 4 settembre prossimo come inizialmente ipotizzato.

A darne notizia è El Tiemp di Bogotà come scrive l’Ansa.

I suoi legali ne avevano chiesto l’estradizione in Italia al termine della pena per narcotraffico, onde evitare di essere estradato in Colombia dove invece la diplomazia USA vorrebbe ricondurlo, oppure no.

Secondo le fonti citata da El tiempo di Bogotà estradare l’italiano per parte di padre in Italia arrecherebbe un pregiudizio agli interessi geopolitici del governo di Trump e non agli USA.

Potrà restare negli USA

Mentre la fonte diplomatica ha riferito che il governo degli Stati Uniti non è tenuto a dare alcuna motivazione sulla sua decisione, lascia pensare la scelta della diplomazia USA di dare una opportunità di restare sul suolo statunitense all’ex vice delle Autodifese unite della Colombia (Auc).

I legali, infatti, avranno 14 giorni di tempo per presentare richiesta di permanere su suolo statunitense facendo appello alla legge contro la tortura e i trattamenti crudeli.

Questa scelta geopolitica sarebbe per la Colombia una sconfitta ed è forse ciò che desidera la politica trumpiana.

Se dovesse rientrare in Colombia Mancuso dovrebbe sottoporsi a processo per vari reati, tra cui crimini di lesa umanità.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала