Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Johnson lancia appello ai genitori affinché rimandino i bambini a scuola

© AP Photo / Daniel ColeBoris Johnson
Boris Johnson - Sputnik Italia
Seguici su
Il primo ministro britannico Boris Johnson ha affermato lunedì che è "di vitale importanza" che i bambini tornino a scuola a settembre, nel tentativo di convincere i genitori ancora diffidenti nei confronti dei rischi del COVID-19 nelle scuole.

"È di vitale importanza riportare i nostri figli in classe per studiare e per stare con i loro amici. Niente avrà un effetto maggiore sulle opportunità future dei nostri figli se non tornare a scuola", ha detto Johnson in una dichiarazione.

Nella sua richiesta, il primo ministro ha fatto eco a un rapporto congiunto pubblicato domenica dai principali ufficiali medici d'Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord che affermano che il rischio di contrarre il coronavirus a scuola è molto basso e che è molto più dannoso per il salute fisica e mentale del bambino stare lontano da scuola.

"Siamo sempre stati guidati dai nostri esperti scientifici e medici e ora sappiamo molto di più sul coronavirus di quanto ne sapessimo all'inizio di quest'anno", ha sottolineato.

Johnson, che in precedenza aveva definito la riapertura delle scuole "un dovere morale", ha anche ringraziato il personale scolastico per aver trascorso le vacanze estive rendendo sicura l'aula COVID-19 in preparazione per un pieno ritorno a settembre.

Genitori, presidi e sindacati degli insegnanti hanno chiesto al governo indicazioni per la riapertura delle scuole e un piano B in caso di focolaio di coronavirus nelle scuole.

Secondo uno studio pubblicato domenica dalla Public Health England, 70 bambini e 128 personale scolastico hanno contratto il COVID-19 durante il rientro parziale avvenuto a giugno.

La ripartenza delle scuole in Italia

L'inizio dell'anno scolastico è previsto fra meno di un mese, il 14 settembre, con eccezione per la provincia di Bolzano, dove si tornerà in classe il 7 settembre. Il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ha più volte garantito, anche nelle ultime ore, che il ritorno a scuola nelle date prestabilite dal calendario 2020-21 non è in discussione e che è verrà garantita la sicurezza di studenti, personale docente e altri dipendenti scolastici. Proprio per tutto il personale scolastico, inclusi insegnanti, bidelli e impiegati, in Italia hanno preso il via oggi i test sierologici. 

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала