Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Israele, protesta violenta contro Benjamin Netanyahu - Video

© SputnikIsraele, protesta violenta contro Benjamin Netanyahu
Israele, protesta violenta contro Benjamin Netanyahu - Sputnik Italia
Seguici su
Weekend di proteste e di scontri a Gerusalemme, ma questa volta sono giovani israeliani che chiedono al premier Benjamin Netanyahu di fare un passo indietro. Arresti e feriti tra la polizia.

La scorsa notte migliaia di giovani manifestanti israeliani si sono assiepati sotto la casa del primo ministro Benjamin Netanyahu a Gerusalemme per chiedere le sue dimissioni.

La protesta è degenerata e si sono verificati violenti scontri tra manifestanti e la polizia israeliana schierata a protezione della casa del premier.

La motivazione degli scontri è dovuta al fatto che il corteo non era stato preventivamente autorizzato dalle autorità.

In totale sarebbero 30 i manifestanti arrestati, mentre tra gli agenti si conterebbero 3 poliziotti contusi.

Diecimila manifestanti sotto casa di Netanyahu

Secondo i media locali è la decima settimana di fila che i manifestanti si presentano sotto casa di Netanyahu per chiederne le dimissioni.

Ieri i manifestanti erano circa 10 mila sotto la residenza ufficiale del premier israeliano a Gerusalemme, ma altri manifestanti si sono presentati anche presso la residenza privata a Cesarea.

Secondo i giovani manifestanti, un politico con tre incriminazioni pendenti sul suo capo non può rivestire il ruolo di primo ministro d’Israele.

Pompeo vola in Israele

Secondo i media statunitensi il segretario di Stato USA, Mike Pompeo, domani atterrerà a Tel Aviv per parlare con il premier israeliano.

Ufficialmente la visita riguarderà il rapporto tra Israele ed emirati Arabi Uniti dopo la firma dell’accordo di pace.

Oggetto della visita anche le nuove sanzioni da imporre all’Iran. Sul tavolo, secondo fonti di stampa USA, ci sarà anche la presenza di imprese cinesi in Israele che lavorano alla progettazione e costruzione di infrastrutture.

Dimostranti sfilano cantando Bella Ciao in Ebraico. Video

Nelle immagini mostrate da questo video si possono ascoltare i dimostranti cantare Bella Ciao in ebraico mentre sfilano verso la casa di Netanyahu, sotto lo stretto controllo di decine di agenti appiedati e a cavallo.

Nell’ultima parte del video si possono vedere i primi arresti di manifestanti.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала