Zingaretti distratto a Ferragosto: mangiata carta bancomat allo sportello

Seguici suTelegram
Disavventura ferragostana per Nicola Zingaretti che scorda di ritirare la carta bancomat al termine dell'operazione presso l'ATM nei pressi della macelleria di Capalbio. E Conte lo bacchetta.

Ferragosto a Capalbio per Nicola Zingaretti, segretario del Partito Democratico, e la consorte. Ma la disavventura è dietro l’angolo, anzi, a pochi passi dalla macelleria dove Zingaretti si è recato con la moglie per fare la spesa di buon mattino.

Educato saluta tutti Zingaretti indossando rigorosamente la mascherina racconta La Nazione e poi un pensiero lo fulmina e veloce abbandona la moglie in macelleria per ritornare sui suoi passi: ha dimenticato di ritirare la carta bancomat allo sportello dopo il prelievo.

Troppo tardi, le carte bancomat vanno ritirate entro 30 secondi al termine dell’operazione, al termine di qualsiasi operazione si faccia all’ATM, altrimenti il sistema ritira la carta per sicurezza e non la restituisce più.

A Ferragosto Zingaretti è rimasto quindi senza carta bancomat, ma poco importa, aveva già prelevato i contanti e, diciamolo, un po’ “contravvenendo” alla spinta di Conte e del Governo giallorosso sull’uso delle carte per fare acquisti, lui la spesa l’ha fatta con il denaro contante.

Certo è, che se avesse evitato il prelievo dei contanti ora avrebbe ancora la carta bancomat. Difficile che le banche aprano per lui in questi giorni di “Capodanno dell’Estate”.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала