Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Rouhani denuncia l'accordo Israele-Emirati Arabi definendolo "tradimento degli arabi"

© AP Photo / Office of the Iranian PresidencyIl presidente iraniano Hassan Rouhani
Il presidente iraniano Hassan Rouhani  - Sputnik Italia
Seguici su
Gli Emirati Arabi sono destinati a diventare la prima nazione araba in un quarto di secolo a normalizzare ufficialmente le relazioni con Israele. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha concluso l'accordo pur sospendendo i suoi piani di annessione di alcuni territori della Cisgiordania.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha denunciato ferocemente la decisione degli Emirati Arabi Uniti di stabilire pieni legami diplomatici con Israele come un "enorme errore" e un tradimento del mondo arabo.

Sabato, in un discorso televisivo, Rouhani ha avvertito gli Emirati di non consentire a Israele un "punto d'appoggio" in Medio Oriente.

"Loro (gli Emirati Arabi Uniti) hanno commesso un enorme errore, un atto insidioso", ha detto Rouhani. "Ci auguriamo che se ne rendano conto e abbandonino questa strada sbagliata".

Ha aggiunto: “Perché allora è successo adesso? Se non era un accordo sbagliato, perché è stato poi annunciato in un paese terzo, in America? Dunque un gentiluomo a Washington ha ottenuto dei voti, tradisci il tuo paese, la tua gente, i musulmani e il mondo arabo?"

L'accordo mediato dagli Stati Uniti

Giovedì, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che Israele e gli Emirati avrebbero stabilito piene relazioni diplomatiche in un accordo mediato dagli Stati Uniti, che vedrebbe Israele interrompere i suoi piani di lunga data di annettere parti della Cisgiordania.

Bandiera israeliana - Sputnik Italia
Iran definisce accordo tra Emirati Arabi Uniti e Israele come "pericoloso" e "illegittimo"

Se l'accordo verrà firmato, gli Emirati Arabi Uniti saranno il terzo paese arabo, dopo l'Egitto nel 1979 e la Giordania nel 1994, a stabilire rapporti diplomatici con Israele. Conclude diversi anni di crescente cooperazione dietro le quinte tra Israele e le monarchie sunnite del Golfo per controbilanciare l'Iran sciita come ambizioso intermediario di potere regionale.

Unione Europea, Egitto, Bahrein e Oman, hanno accolto con favore l'accordo, che è stato fortemente condannato da tutte le fazioni palestinesi e dalla Turchia. Ankara (che ha relazioni diplomatiche attive con Israele) ha minacciato di sospendere i suoi legami con gli Emirati e di richiamare il suo ambasciatore.

Russia e Cina hanno elogiato l'accordo per la rinuncia all'annessione della Cisgiordania.

La dichiarazione di Rouhani è arrivata poche ore dopo che il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha respinto una risoluzione degli Stati Uniti per estendere un embargo sulle armi all'Iran. Il divieto, imposto nel 2007, scadrà ad ottobre.

Gli Stati Uniti sono stati l'unico membro del consiglio composto da 15 membri, insieme alla Repubblica Dominicana, a votare a favore della risoluzione.

"Gli Stati Uniti hanno fallito in questa cospirazione con l'umiliazione", ha detto Rouhani. "Secondo me, questo giorno passerà alla storia del nostro Iran e alla storia della lotta all'arroganza globale".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала