Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il presidente libanese dubita che le indagini sull'esplosione di Beirut finiranno presto

© REUTERS / Aziz TaherVista sul porto di Beirut dopo l'esplosione
Vista sul porto di Beirut dopo l'esplosione - Sputnik Italia
Seguici su
L'indagine sulle cause dell'esplosione a Beirut non avanzerà rapidamente, ha dichiarato il presidente libanese Michel Aoun.

"Siamo intenzionati a completare le indagini molto rapidamente, ma la situazione si è rivelata più complicata", ha dichiarato in un'intervista a BFMTV, a cui ha spiegato che "l'indagine non può essere completata rapidamente come vorremmo".

"Tutte le ipotesi sono sul tavolo", ha detto Aoun.

Secondo una fonte vicina alle indagini, la negligenza legata alla corruzione è la causa più probabile dell'esplosione, anche se non è esclusa neanche l'ipotesi di una “esplosione premeditata o attacco aereo”.

Almeno 171 persone sono morte, più di 6.000 sono rimaste ferite e circa 300.000 sono rimaste senza casa dopo l'esplosione nel porto di Beirut di 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio, immagazzinate in modo improprio dal 2014.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала