Bielorussia, per la Casa Bianca il risultato delle elezioni è compromesso

© Sputnik . Mikhail TurgievLa Casa Bianca
La Casa Bianca - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L'amministrazione americana ha chiesto l'immediata cessazione delle violenze in Bielorussia e ha messo in dubbio la legittimità dell'esito delle elezioni del 9 agosto.

Il governo degli Stati Uniti segue molto da vicino gli sviluppi della situazione in Bielorussia, con la Casa Bianca che ha definito compromesse le elezioni presidenziali tenutesi lo scorso 9 agosto a causa delle restrizioni sui candidati, gli ostacoli agli osservatori, la repressione della libertà di stampa e di parola dei manifestanti.

A riferirlo, in una nota, è il portavoce del presidente Donald Trump, Kayleigh McEnany, la quale ha esortato il governo di Minsk a consentire lo svolgimento di proteste pacifiche e ad astenersi dall'uso della forza.

“Stiamo osservando la situazione e siamo estremamente preoccupati per le elezioni presidenziali in Bielorussia. Delle severe restrizioni per la presentazione delle candidature, la proibizione di osservatori locali indipendenti ai seggi, l'intimidazione dei candidati di opposizione e la detenzione di manifestanti pacifici e giornalisti sono tutti fattori che hanno compromesso il processo di elezione, pertanto esortiamo il governo bielorusso a rispettare il diritto di assembrarsi in modo pacifico e di astenersi dall'uso della forza", sono state le parole della McEnany.

Dello stesso avviso anche il Congresso degli Stati Uniti che, per voce del presidente della Commissione esteri Eliot Engel e del deputato Michael McCaul, hanno invitato l'amministrazione bielorussa a mettere fine alle "inutili violenze".

Le elezioni presidenziali in Bielorussia

Alle elezioni presidenziali si sono svolte in Bielorussia il 9 agosto, il presidente uscente Aleksander Lukashenko, secondo i dati del Comitato elettorale centrale, ha vinto con circa l’80% dei voti.

Domenica sera sono iniziate proteste di massa non autorizzate in diverse città della Bielorussia. I manifestanti nel centro di Minsk hanno eretto barricate fatte di bidoni della spazzatura.

La polizia ha lanciato contro alcuni manifestanti gas lacrimogeni, idranti e granate assordanti e li ha allontanati dal centro della città.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала