India, viva la donna dichiarata morta in seguito all''omicidio della valigia'

Seguici suTelegram
La donna era stata identificata come vittima di un omicidio e riportata nella sua città per la sepoltura. Poi, inaspettatamente, è comparsa alle forze di polizia dichiarando di essere in vita.

Sei giorni dopo essere stata dichiarata "morta" dalla polizia dopo essere stata "identificata" dalla sua famiglia e poi "sepolta", Warisha Ali ha raggiunto Aligarh lunedì, si è recata da un poliziotto e ha annunciato di essere viva. Le squadre di polizia di Bulandshahr e Ghaziabad, che avevano dichiarato risolto il caso di omicidio, sono rimaste scioccate. Lo riporta Times of India. 

Warisha era scappata di casa il 23 luglio per sfuggire alle percosse del marito e dei suoceri per questioni legate alla dote.

Solo quattro giorni dopo, la polizia della città di Ghaziabad ha trovato un corpo di donna infilato in una valigia, diffondendo sui media le foto del corpo per pervenire all'identificazione. 

Una donna ha poi riconosciuto nella vittima proprio Warisha, di cui il 29 luglio si sarebbe tenuta la sepoltura sempre ad Aligarth.

Il marito e i suoceri di quella che era considerata la vittima sono stati condannati e arrestati.

Il caso però adesso si è riaperto misteriosamente, in un modo che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала