Sicilia devastata dagli incendi boschivi, le fiamme lambiscono i centri abitati nel palermitano

CC0 / Pixabay/ricklisle / L'aereo Bombardier CL-415 dei Vigili del Fuoco
L'aereo Bombardier CL-415 dei Vigili del Fuoco  - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Complice l'ondata di caldo, diversi incendi si sono sviluppati nel palermitano e in altre aree della Sicilia, divorando macchia mediterranea. Roghi anche in Calabria, nel reggino.

Solo lunedì mattina, dopo un'intera notte di lavoro, i soccorritori sono riusciti a domare un incendio divampato domenica pomeriggio nel territorio di Chiusa Sclafani. Le fiamme si sono sviluppato su una vasta area, alimentate dal vento caldo, raggiungendo il comune di Giuliana e lambendo in centro abitato in contrada Le Grotte. 

Si tratta dell'ennesimo rogo esploso nelle ultime ore nel palermitano. Un altro incendio scoppiato lo scorso sabato nei boschi tra Monreale e Borgetto, ha divorato ettari di macchia mediterranea e boschi per oltre 24 ore, interessando l'area di Sagana tra Borgetto, Montelepre e Carini e Valle Presti nel monrealese. 

Sui vari fronti di fuoco sono stati impegnati numerosi uomini e mezzi dei vigili del fuoco e forestale, inclusi elicotteri e aerei cisterna di tipo canadier. Alle operazioni di spegnimento ha partecipato anche la protezione civile. 

Per affrontare l'emergenza incendi, la Prefettura di Palermo ha aperto il Centro di Coordinamento dei soccorsi.

Incendi in Calabria

Le alte temperature registrate nel fine settimana hanno favorito l'esplosione di incendi anche in Calabria, dove si è aperto un fronte di fuoco sui monti attorno a Reggio Calabria, nel tardo pomeriggio di domenica. Le fiamme hanno interessato la zona di Trunca e Cardeto e sono avanzate minacciosamente verso il centro abitato. Nella notte alcune abitazioni sono state evacuate.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала