Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mosca si impegna a dare una risposta simmetrica alle sanzioni informatiche della UE

© Sputnik . Maksim BlinovIl ministero degli Esteri a Mosca
Il ministero degli Esteri a Mosca - Sputnik Italia
Seguici su
Venerdì il ministero degli Esteri russo ha denunciato le sanzioni informatiche dell'Unione europea come infondate, minacciando di ritorsioni.

"La decisione del Consiglio della UE d'introdurre restrizioni unilaterali contro cittadini ed organizzazioni russe, cinesi e nordcoreane provoca perplessità e rammarico. Ancora una volta, non ci sono prove, tutto viene fatto con il pretesto inventato del coinvolgimento in alcuni attacchi informatici che hanno avuto luogo in passato. La motivazione politica di questa azione è ovvia... La mossa ostile dell'UE non sarà certamente lasciata senza risposta. Come tutti sappiamo, la diplomazia è tutta una questione di reciprocità", ha affermato il ministero degli Esteri russo.

Giovedì, il Consiglio dell'Unione Europea ha annunciato di aver coordinato l'introduzione di sanzioni contro individui ed organizzazioni russe, cinesi e nordcoreane presumibilmente coinvolte in attacchi informatici, compresi quelli contro l'Organizzazione per il divieto delle armi chimiche e quelli condotti attraverso programmi dannosi WannaCry, NotPetya e Operation Cloud Hopper. Le sanzioni prevedono il congelamento dei beni e il divieto d'ingresso nell'UE.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала