Cornavirus, Vietnam registra i primi tre casi in un mese, evacuate 80.000 persone

© REUTERS / Nguyen Huy KhamI negozi chiusi in una strada vuota di Hang Duong durante l'epidemia di coronavirus (COVID-19) ad Hanoi, Vietnam
I negozi chiusi in una strada vuota di Hang Duong durante l'epidemia di coronavirus (COVID-19) ad Hanoi, Vietnam - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Chiusa la città di Da Nang ai turisti, dopo la scoperta tra la popolazione locale di quattro casi non riconducibili fra loro. Sono i primi casi positivi al COVID-19 da aprile.

Il governo vietnamita ha sigillato l'area di Da Nang, che per 14 giorni sarà off limits per i turisti, in seguito all'allarme coronavirus scattato nella zona dopo la scoperta di quattro persone positive al Sars-Cov2. Le autorità hanno predisposto dei voli extra per evacuare i visitatori che si trovano nell'area, circa 80 mila persone. 

Le autorità sanitarie stanno effettuando il tracciamento dei contatti, senza essere sinora riusciti a trovare il paziente zero, ne un collegamento fra i quattro nuovi casi di positività, i primi dal mese di aprile. Le 100 persone rintracciate sinora per aver avuto contatti con i contagiati, sono negative al virus. 

Nave da crociera Aida Vita, battente bandiera italiana e operata dalla società tedesca AIDA - Sputnik Italia
Coronavirus: Vietnam vieta l’ingresso a nave da crociera italiana con 1100 passeggeri a bordo
Il primo nuovo caso è stato registrato il 20 luglio scorso. Si tratta di un uomo di 57 anni che attualmente versa in condizioni critiche, in terapia di ventilazione assistita. 

Il Vietnam, con poco più di 400 casi e nessun morto,  è stato elogiato come un modello di successo di contrasto alla pandemia. Il governo ha agito tempestivamente per chiudere i confini e imporre la quarantena e la ricerca dei contatti.

Ma quasi 100 giorni dopo il suo ultimo caso trasmesso localmente, quattro nuovi casi sono emersi a Da Nang, una città costiera centrale popolare tra i turisti nazionali. Lunedì il primo ministro Nguyen Xuan Phuc ha imposto ai residenti di Da Nang il distanziamento sociale e di chiudere tutti i servizi non essenziali.

Intanto, nel resto del mondo, con oltre 208 mila contagi registrati nelle ultime 24 ore, il numero totale dei casi positivi ha superato i 16,3 milioni. I decessi totali sono 649.000 con 4.843 morti nell'ultimo giorno, secondo i dati della John Hopkins University.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала