Al via il 27 luglio i test sull'uomo del secondo vaccino russo contro il coronavirus

Seguici suTelegram
Il Centro di ricerca statale russo di virologia e biotecnologia "Vector" ha ottenuto l'autorizzazione per condurre studi clinici su un vaccino contro il coronavirus, i primi volontari riceveranno le dosi il 27 luglio, ha riferito oggi l'authority sanitaria Rospotrebnadzor.
"Il Centro Vector ha ricevuto il permesso il 24 luglio da Rospotrebnadzor di condurre studi clinici sul vaccino, i primi volontari saranno vaccinati il ​​27 luglio come parte del protocollo di sperimentazione clinica", afferma la nota.

Un altro vaccino russo, sviluppato dall'Istituto di Epidemiologia e Microbiologia Gamaleya, è in fase di sperimentazione clinica presso due istituti: il principale ospedale clinico militare "Burdenko" e la prima università medica statale di Mosca "Sechenov".
Il vaccino ha due componenti iniettati separatamente che insieme dovrebbero fornire un'immunità duratura contro il coronavirus.

Fasi di sviluppo e test del vaccino - Sputnik Italia
Fasi di sviluppo e test del vaccino

Il vaccino si trova nell'elenco monitorato dall'OMS, insieme ad altri 22 vaccini candidati in fase di sviluppo in tutto il mondo, tutti sulla strada per completare le tre le fasi richieste degli studi clinici e ottenere l'autorizzazione per la produzione su larga scala.

La prima fase di test del vaccino Gamaleya all'università di Sechenov è terminata la scorsa settimana. Il secondo gruppo di 20 volontari è già stato dimesso dall'ospedale militare.

Ognuno dei volontari ha sviluppato una risposta immunitaria, non sono stati riscontrati effetti collaterali o complicazioni. Dopo che gli specialisti hanno elaborato i risultati del test e studiato i dati dell'esame, il farmaco verrà inviato per la registrazione statale.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала