Di Maio: ‘Benetton hanno accettato condizioni del Governo, è ottimo risultato’

© Sputnik . Evgeny UtkinLuigi Di Maio
Luigi Di Maio - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Luigi Di Maio non contiene l'esultanza per estromesso i Benetton da Autostrade per l'Italia. Ora sarà Cassa depositi e prestiti a comprare il 51% di Aspi e a ristrutturare le autostrade italiane.

“I Benetton hanno accettato le condizioni del governo. Lo Stato diventerà il primo azionista di Autostrade, la famiglia Benetton avrà meno del 10% delle quote ed entro qualche mese uscirà definitivamente da Aspi. Questo significa che i Benetton non gestiranno più le nostre autostrade. Era il nostro principale obiettivo. E ce l’abbiamo fatta”, lo scrive il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ed esponente di spicco del Movimento 5 stelle.

“Dopo molte battaglie, lasciatemi dire che è un ottimo risultato. Impensabile fino a un anno fa, quando nella precedente esperienza di governo c’era chi continuava ogni giorno a mettersi di traverso”, scrive ancora Di Maio alludendo alla Lega di Salvini a cui ieri ha riservato una lunga lettera in cui spiegava quella che lui considera la vicinanza tra Salvini e i Benetton.

Si apre un nuovo capitolo per Autostrade per l’Italia spa (Aspi), con l’uscita di scena dei Benetton e l’avvio di un percorso in cui Cassa depositi e prestiti gestirà il 51% della società.

In seguito Aspi sarà quotata alla Borsa di Milano, dove molti azionisti potranno comprare quote dell’azienda.

Sulla quotazione Di Maio afferma che si vigilerà affinché Aspi non sia “assoggettata alle logiche di mercato, bensì affinché lavori per assicurare investimenti e tariffe autostradali più basse”.

“I cittadini devono pagare meno al casello e allo stesso tempo vedere garantita la loro sicurezza”, afferma Di Maio.

Investitori sani in Aspi

“Dovremo assicurarci che Cassa depositi e prestiti porti con sé investitori sani che abbiano a cuore il futuro delle nostre reti infrastrutturali”, scrive ancora il ministro.

Quindi l’ex capo politico dei grillini afferma:

“Vi assicuro che non è stato facile fronteggiare un colosso finanziario come i Benetton. Lo Stato ha però dimostrato di saper fare lo Stato. Per la prima volta si è mostrato forte contro i forti, dopo anni di paure e immobilismi. Lo considero un ottimo segnale.”

Abbiamo pensato solo alle 43 vittime

“In questi mesi abbiamo agito con impegno, pensando sempre e solo a quelle 43 vittime innocenti e al dolore delle loro famiglie. Continueremo a farlo”, scrive concludendo Luigi Di Maio.

La risposta di Salvini

Questa mattina Matteo Salvini aveva risposto con un paio di frasi, sottilmente ironiche, alla decisione del Cdm di estromettere i Benetton dalla gestione futura di Aspi.

“Nessuna revoca (come promesso dai 5Stelle), tanti altri soldi pubblici spesi e, anche oggi, cantieri fermi e le solite code, in Liguria e in mezza Italia. Incapaci o complici?”

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала