Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Previsioni dell'UE rivelano il paese con la crescita del PIL più bassa durante la pandemia

© Fotolia / peshkovGrafico
Grafico  - Sputnik Italia
Seguici su
La Commissione europea offre una visione più pessimistica della recessione economica rispetto alle proiezioni precedenti.

Il prossimo anno, la crescita economica della Finlandia sarà la più lenta nell'UE, secondo una previsione economica della Commissione europea.

L'economia finlandese dovrebbe ridursi del 6,3% quest'anno e crescere solo del 2,8% l'anno successivo. Secondo la Commissione, la crescita economica in Finlandia dipenderà in larga misura dalla domanda interna e potrebbe essere ostacolata dall'aumento della disoccupazione. La crescita economica della Finlandia potrebbe aumentare se i suoi partner commerciali si riprenderanno dalla crisi più rapidamente del previsto.

Anche la vicina Svezia della Finlandia è tra le peggiori, nonostante i loro diversi approcci al COVID-19. Nonostante la politica di blocco "più aperta" della Svezia, la sua economia dovrebbe ridursi del 5,3%, seguita da una ripresa del 3,1%.

Mentre si prevede che le economie di molti altri paesi dell'UE si ridurranno in modo più significativo di quelle di Finlandia e Svezia, come l'Italia (11,2%), Spagna (10,9%) e Francia (10,6%), si prevede che avranno una ripresa più rapida tra il 6% e il 7%.

Le buie previsioni della Commissione europea

La Commissione europea offre una visione più pessimistica della recessione economica rispetto alle proiezioni precedenti.

Nel complesso, l'opinione della Commissione su una potenziale recessione economica è stata più pessimistica rispetto alle precedenti proiezioni. Si prevede che le economie dell'Eurozona si contrarranno dell'8,7% quest'anno e cresceranno del 6,1% l'anno prossimo. Una precedente previsione pubblicata a maggio prevedeva un crollo del 7,7%.

Le previsioni di primavera prevedono già che la crescita economica della Finlandia nel 2021 (stimata al 3,7%) sarà la più debole tra gli Stati membri dell'UE, ma i nuovi numeri sono addirittura più blandi.

Secondo il vicepresidente esecutivo della Commissione europea Valdis Dombrovskis, l'impatto economico delle misure per limitare la pandemia di coronavirus e il lento ripristino delle restrizioni è stato più grave del previsto, secondo lui.

"Stiamo ancora navigando in acque tempestose e stiamo affrontando molti rischi, tra cui una significativa nuova ondata d'infezioni", ha detto Dombrovskis, come citato dall'emittente nazionale finlandese Yle.

Tuttavia, i dati preliminari di maggio e giugno suggeriscono che il peggio è passato e una ripresa economica dovrebbe accelerare verso la fine dell'anno, secondo la Commissione. Tuttavia, Dombrovskis ha avvertito di un recupero irregolare in tutto il blocco.

Le previsioni presumono che non ci sarà una seconda ondata significativa dell'epidemia di Covid-19, avvertendo che vi è una grande incertezza al riguardo e che i numeri possono variare in entrambi i modi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала