Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Italiano radicalizzato inneggiava alla Jihad: arrestato a Torino

© Sputnik . Ruslan Krivobok / Vai alla galleria fotograficaUna tastiera
Una tastiera - Sputnik Italia
Seguici su
Si avvaleva del mezzo informatico e di svariati social network per promuovere il sedicente Stato Islamico* e la sua violenza. Arrestato un italiano di 38 anni a Torino.

Un novello terrorista del web italiano radicalizzatosi dal 2015, è stato arrestato questa mattina a Torino dal Raggruppamento operativo speciale (Ros) dei Carabinieri perché istigava i suoi interlocutori ad abbracciare la Jihad.

Nicola Ferrara di 38 anni, originario di Bari, ma residente a Torino, è stato arrestato con l’accusa di istigazione a delinquere aggravata dall’uso del mezzo telematico.

Ferrara diffondeva attraverso diverse piattaforme, tra cui i social network, immagini, video e documentazione volta a esaltare le assurde violenze commesse dai terroristi del sedicente stato islamico.

Covid-19 un dono di Allah

In una delle intercettazioni condotte dai Carabinieri l’uomo ha affermato che la malattia Covid-19 “è una cosa di Allah, una cosa positiva” poiché “la gente sta impazzendo” dal momento che gli sono stati tolti tutti i vizi, riferendosi al fatto che il lockdown ha impedito alle persone di poter uscire di casa e di condurre una vita normale. “Tutto l’haram adesso è difficile farlo”, ha detto Nicola Ferrara intercettato durante la sua attività di proselitismo.

*ISIS è un gruppo terroristico vietato in Russia e altri paesi

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала