Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Scienziati preoccupati da ghiacciai rosa sulle Alpi

© AFP 2021 / Miguel MedinaI ghiacciai rosa
I ghiacciai rosa - Sputnik Italia
Seguici su
In diverse zone alpine, tra cui Presena e sul Passo del Gavia, il ghiaccio sta prendendo tinte rosa a seguito della diffusione di un’alga che fino a poco tempo fa non si era mai vista sulle Alpi: per gli scienziati il colpevole sono i cambiamenti climatici e questo fenomeno potrebbe accentuare lo scioglimento dei ghiacci.

Diversi ghiacciai alpini, come il Presena a pochi chilometri dal passo del Tonale, stanno assumendo tonalità rosa a seguito della diffusione di un'alga, la cui presenza non era mai stata documentata su queste vette.

Gli scienziati che stanno studiando il fenomeno sono convinti che l'apparizione e la diffusione dell'alga, nota come Ancylonema nordenskioeldii, sono direttamente legati ai cambiamenti climatici e la presenza di questi organismo di struttura vegetale aggrava i accelera in modo significativo il processo di scioglimento.

​L'alga in questione è diffusa nella calotta glaciale della Groenlandia, ma mai era stata documentata sulle Alpi, si sottolinea in un articolo pubblicato su Scientific Reports dagli scienziati del Dipartimento di Scienze della Terra e dell'Ambiente dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca.

In un'intervista al quotidiano britannico The Guardian, il dottor Biagio Di Mauro del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dell'ateneo lombardo che ha scoperto e analizzato queste alghe sul Morteratsch e sul Presena, ha sostenuto che non sono pericolose.

"L'alga non è pericolosa, è un fenomeno naturale che si verifica durante i periodi primaverili ed estivi alle medie latitudini ma anche ai poli".

Tuttavia l'alga è in grado di favorire lo scioglimento del ghiaccio, riducendone l'albedo, ovvero la capacità di riflettere i raggi solari di una data superficie.

​Inoltre si crea un processo chiamato dagli esperti bio-albedo feedback: il costante scioglimento del ghiaccio permette la permanenza di uno strato d'acqua, dove l'alga può continuare a proliferare anziché seccare a causa dell'evaporazione provocata dai raggi solari.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала