Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per authority comunicazioni Usa società cinesi Huawei e ZTE sono minacce a sicurezza nazionale

© REUTERS / Dado RuvicLogo di Huawei sullo sfondo della bandiera cinese
Logo di Huawei sullo sfondo della bandiera cinese - Sputnik Italia
Seguici su
Questa classificazione fa seguito a un anno di misure afflittive sempre più complesse contro i giganti della tecnologia cinese per le accuse statunitensi secondo cui le società sarebbero impegnate nel furto di tecnologia e nella concorrenza sleale sul mercato. Entrambe le compagnie cinesi hanno respinto categoricamente le accuse.

La Federal Communications Commission (FCC) americana ha classificato le aziende tecnologiche cinesi Huawei e ZTE come minacce alla sicurezza nazionale per gli Stati Uniti, ha annunciato oggi il presidente dell'authority Ajit Pai.

"La FCC ha designato Huawei e ZTE come aziende che rappresentano una minaccia alla sicurezza nazionale per gli Stati Uniti", ha dichiarato Pai in un tweet. Conseguentemente le società di telecomunicazioni statunitensi non possono utilizzare denaro del nostro fondo da 8,3 miliardi di dollari per l'acquisto di apparecchiature o servizi prodotti o forniti da questi fornitori", ha aggiunto.

​Pai ha poi pubblicato il suo tweet in cinese per assicurarsi che Pechino avesse recepito il messaggio.

Ha aggiunto che la decisione è stata presa tenendo conto dei "contributi del Congresso, dell'amministrazione, dei servizi segreti, degli alleati e dei fornitori di servizi di comunicazione" e che la designazione è stata sostenuta sulla base del "peso schiacciante delle prove". Tuttavia Pai non è entrato nei dettagli di quali prove si trattasse.

"Sia Huawei che ZTE hanno stretti legami con il Partito Comunista Cinese e l'apparato militare cinese. Ed entrambe le società sono ampiamente soggette alla legislazione cinese, che le obbliga a cooperare con i servizi di intelligence nazionali. Con questa decisione, stiamo inviando un messaggio chiaro: il governo degli Stati Uniti, e in questo caso particolare la FCC, non possono e non permetteranno al Partito Comunista Cinese di sfruttare le vulnerabilità delle reti di comunicazione statunitensi e compromettere le nostre infrastrutture di comunicazioni critiche", ha affermato Pai.

In precedenza gli Stati Uniti avevano accusato Huawei, ZTE e le loro società affiliate di collaborare con i servizi segreti cinesi e di utilizzare apparecchiature per spionaggio.

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo aveva esortato i partner a ripensare all'uso delle tecnologie di Huawei a seguito del "ruolo della Cina nel coronavirus".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала