Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pappagallo preso a sassate e gatto arrostito, Salvini vuole pene dure contro "atrocità"

Seguici su
Questo giorno in Italia è stato caratterizzato da due bruttissimi episodi di crudeltà e violenza contro gli animali con protagonisti immigrati. Per il leader del Carroccio si tratta di "una questione di civiltà".

In Toscana un migrante originario della Costa d'Avorio ha arrostito e mangiato per strada un gattino, tra lo sgomento di una passante per questa scena raccapricciante, mentre alle porte di Roma la gita dell'attore e comico Enzo Salvi, famoso per il personaggio "Er Cipolla" dei cinepanettoni, si è conclusa con una corsa dal veterinario per un'aggressione subita dal suo pappagallo Fly, preso a sassate a quanto pare da uno straniero, che ha inoltre cercato di rubare lo smartphone di un amico dell'attore, che aveva ripreso la scena. Alla fine l'aggressore, dopo aver preso a schiaffi e calci sia "er Cipolla" sia il suo amico, si è dileguato. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

Il leader della Lega Matteo Salvini ha commentato gli episodi con un post sui social, esprimendo in particolare solidarietà al comico Enzo Salvi.

"Questo giorno in Italia è stato caratterizzato da due bruttissimi episodi di crudeltà e violenza contro gli animali con protagonisti immigrati", ha scritto in un post su Twitter.

Salvini ha poi annunciato di proporre al più presto a nome del suo partito pene più severe per queste atrocità, dal momento che si tratta di una "questione di civiltà".

"Per chi commette queste atrocità, italiano o straniero che sia, è pronta la legge della Lega per pene più severe, anche se per qualcuno non è una priorità. No, lo è. È una questione di civiltà!", ha aggiunto.

​Nella giornata di ieri ad Arezzo si era saputo che un gatto è morto dopo aver morso la sua padrona. Nell'animale è stato trovato un virus, il Lyssavirus, che finora era stato riscontrato in un solo caso a livello mondiale. Secondo l'associazione veterinari d'Italia, il gatto morto con il Lyssavirus ad Arezzo è un caso rarissimo che non deve destare preoccupazione, anzi è un segno di efficienza della rete veterinaria italiana.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала