Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Diplomatico russo: Mosca responsabile di decessi di truppe statunitensi in Afghanistan è "bufala"

© AP Photo / Hoshang HashimiMilitari Usa in Afghanistan
Militari Usa in Afghanistan - Sputnik Italia
Seguici su
I resoconti dei media che citano le valutazioni dell'intelligence USA secondo cui i servizi segreti russi avrebbero chiesto ai talebani di uccidere soldati americani in Afghanistan sono un'altra bufala intesa a interrompere il processo di pace nel Paese asiatico, ha detto sabato un rappresentante del ministero degli Esteri russo.

"Abbiamo prestato attenzione a un'altra bufala, rilasciata nello spazio mediatico dall'intelligence degli Stati Uniti circa il presunto coinvolgimento dello spionaggio militare russo nelle uccisioni di soldati statunitensi in Afghanistan. Questa storia illustra in modo vivido le basse capacità intellettuali del personale di propaganda dell'intelligence statunitense, che invece d'inventare qualcosa di più elaborato tira fuori una tale assurdità", ha detto ai giornalisti il ​​rappresentante del ministero degli Esteri russo, aggiungendo che "dall'altra parte, cos'altro ci si può aspettare dall'intelligence che ha miseramente fallito in 20 anni di guerra in Afghanistan".

Secondo il diplomatico, è diventato un fatto comunemente noto che l'intelligence americana ha messo in piedi un'intera rete di fonti di reddito alternative durante la campagna in Afghanistan, tra cui il traffico di droga, estorsioni ai guerriglieri per il passaggio di veicoli e i tangenti sui contratti militari pagati con i soldi dei contribuenti statunitensi.

"Forse le spie statunitensi non sono contente del fatto che i nostri diplomatici (russi) e i loro (statunitensi) promuovano insieme colloqui di pace tra Kabul e i talebani? I loro sentimenti sono comprensibili - semplicemente non vogliono perdere le succitate fonti illegali di reddito", ha detto il rappresentante del ministero degli Esteri.

L'articolo del NYT

Venerdì, il New York Times ha pubblicato un articolo in cui citava fonti governative senza nome in cui si affermava che al presidente degli Stati Uniti Donald Trump era stato presentato un rapporto dell'intelligence che affermava che Mosca pagava generosamente i ribelli islamici in Afghanistan per assassinare i soldati statunitensi.

A febbraio, gli Stati Uniti e i talebani hanno firmato un accordo di pace che ha concluso le discussioni volte a lanciare il processo di riconciliazione in Afghanistan dopo quasi due decenni di conflitto armato.

La scorsa settimana, il rappresentante speciale degli Stati Uniti per l'Afghanistan Zalmay Khalilzad ha affermato che i colloqui intra-afghani sono più vicini che mai dopo che Kabul e i talebani hanno realizzato un significativo scambio di prigionieri.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала