Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

USA introducono sanzioni contro capitani delle navi che hanno trasportato petrolio in Venezuela

© AP Photo / Juan Carlos HernandezUna petroliera iraniana in Venezuela
Una petroliera iraniana in Venezuela - Sputnik Italia
Seguici su
Gli Stati Uniti hanno introdotto sanzioni a cinque capitani di petroliere iraniane per le forniture di carburante al Venezuela. Lo ha annunciato oggi il segretario di Stato americano Mike Pompeo.

"Oggi gli Stati Uniti impongono sanzioni a cinque capitani di navi iraniane che hanno consegnato circa 1,5 milioni di barili di carburante al Venezuela come aiuto al regime illegale di Maduro", ha affermato il segretario di stato americano.

Stando all’elenco pubblicato dal dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, tutti i capitani contro cui sono state imposte le sanzioni sono cittadini iraniani.

"Le loro proprietà saranno bloccate e loro non saranno più in grado di lavorare in acque americane", ha detto Pompeo.

Nei giorni scorsi il Wall Street Journal aveva riportato che l’amministrazione di Trump stava valutando le azioni da prendere per porre fine all’export del petrolio iraniano in Venezuela. Dopo che cinque petroliere sono partite per l’America Latina a Washington erano state considerate come opzioni la sanzione contro i capitani delle navi oppure il sequestro di queste ultime nel caso si fermassero per rifornimento supplementare nei porti di paesi terzi.

Sanzioni USA contro Venezuela

Caracas ha già presentato una denuncia al Tribunale de l'Aia in merito alle restrizioni che gli Stati Uniti impongono sul paese dal 2014. Gli Stati Uniti hanno imposto una serie di sanzioni contro il Venezuela, la più sensibile delle quali è stata il congelamento dei conti del paese in Europa e il blocco delle attività e degli interessi della compagnia petrolifera statale PDVSA sotto la giurisdizione statunitense per 7 miliardi di dollari, oltre a vietare gli affari con la compagnia. Secondo la Casa Bianca, il Venezuela subirebbe altri 11 miliardi di dollari di perdite a causa delle mancate forniture di petrolio.

La situazione in Venezuela

Il 21 gennaio 2019 in Venezuela hanno avuto inizio le proteste contro l'attuale presidente Nicolas Maduro, poco dopo la sua elezione.

Il capo dell'Assemblea Nazionale Juan Guaido si è autoproclamato presidente ad interim ed è stato riconosciuto tale dagli Stati Uniti e da altri Paesi occidentali. A sua volta Maduro ha denunciato l'attività di Guaido in qualità di marionetta nelle mani degli Stati Uniti ed è stato riconosciuto come legittimo presidente da Russia, Cina, Turchia e diversi altri Paesi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала