Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“E’ propaganda” - Gli USA interrompono le trasmissioni in cinese della Phoenix Radio

© AP Photo / Jacquelyn MartinFederal Communications Commission (FCC) Chairman Ajit Pai, center, announces the vote was approved to repeal net neutrality, next to Commissioner Mignon Clyburn, left, who voted no, and Commissioner Michael O'Rielly, who voted yes, at the FCC, Thursday, Dec. 14, 2017, in Washington. (File)
Federal Communications Commission (FCC) Chairman Ajit Pai, center, announces the vote was approved to repeal net neutrality, next to Commissioner Mignon Clyburn, left, who voted no, and Commissioner Michael O'Rielly, who voted yes, at the FCC, Thursday, Dec. 14, 2017, in Washington. (File) - Sputnik Italia
Seguici su
Lunedì la Federal Communications Commission (FCC) degli Stati Uniti, ha dichiarato di aver respinto la richiesta di una stazione radio in Messico di continuare a trasmettere programmi in cinese mandarino nella California meridionale e di aver ordinato di interrompere tali trasmissioni entro 48 ore.

La FCC ha dichiarato che lo studio di trasmissione sarebbe utilizzato da Phoenix Radio, una società interamente di proprietà di Phoenix TV, ma non elencata come richiedente. La FCC ha respinto la richiesta come "carente", ma ha affermato che potrebbe essere riformulata se tra i richiedenti coparisse la Phoenix Radio.

Nel luglio 2018, per garantire la continuità del servizio per gli ascoltatori XEWW-AM, la FCC aveva concesso un'autorizzazione temporanea per consentire le trasmissioni in attesa di revisione. Il mese seguente, un gruppo che gestisce una stazione radio comunitaria nella California meridionale ha chiesto alla FCC di respingere la domanda, affermando che avrebbe potuto consentire al Governo della Repubblica popolare cinese di "fornire la propria programmazione di propaganda".

Il senatore Ted Cruz, repubblicano del Texas, ha elogiato la decisione della FCC di respingere la richiesta.

"Phoenix TV è una marionetta del Partito comunista cinese che trasmette propaganda negli Stati Uniti. La decisione odierna invia un messaggio importante al mondo che gli Stati Uniti non consentiranno alla Cina di sfruttare le scappatoie FCC e diffondere la sua propaganda sulle nostre onde radio", ha detto Cruz in una nota

Gli avvocati della GLR Southern California e H&H Group USA non hanno ancora risposto alle richieste di commento inviata dalla Reuters. Anche l'ambasciata cinese a Washington non ha commentato.

Phoenix TV si afferma come il più grande fornitore televisivo in lingua cinese negli Stati Uniti e in Canada, trasmettendo la propria programmazione a oltre 200.000 abbonati su sistemi via cavo e satellitari.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала