Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giuseppe Conte difende la concretezza degli Stati Generali

© Filippo AttiliPresidente del Consiglio Conte alla seconda giornata dei lavori dell'iniziativa "Progettiamo il Rilancio"
Presidente del Consiglio Conte alla seconda giornata dei lavori dell'iniziativa Progettiamo il Rilancio - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente del Consiglio interviene in una conferenza stampa nel giorno conclusivo degli Stati Generali a Villa Pamphili a Roma.

Nella giornata di ieri il capo del governo aveva fatto sapere delle discussioni per la riduzione dell'Iva per stimolare i consumi.

"Stiamo discutendo un po' sull'Iva perché abbassare un po' l'Iva potrebbe dare una spinta alla ripresa dei consumi, è un fatto di fiducia", aveva dichiarato il premier a commento di una richiesta di alcuni cittadini in rappresentanza di alcune categorie produttive ricevuti durante gli Stati Generali a Villa Pamphili.

Intervenendo nella conferenza stampa, Conte ha difeso dalle critiche gli Stati Generali.

"Sono stati giorni molto intensi e non ci siamo chiusi affatto, anzi ci siamo aperti", ha dichiarato Conte.

Il presidente del Consiglio ha rilevato in particolare la concretezza.

"È stato un confronto all'insegna della concretezza, della franchezza, della operosità: abbiamo parlato di progetti concreti, ci siamo anche detti cose che non vanno. Ieri ho incontrato singoli commercianti o cittadini scegliendo tra le lettere ricevute. Abbiamo parlato di alcune misure che servirebbero nell'immediato. Il governo continua a monitorare l'emergenza economica e sociale ma abbiamo anche presentato una bozza di piano del rilancio".

Secondo Conte, gli Stati Generali sono stati positivi per il rafforzamento dell'azione di governo.

"Questo dialogo ci rafforza, rafforza me e tutti i ministri. Ci rafforza negli obiettivi, nelle linee di intervento su cui vogliamo agire".

Conte ha rilevato consenso negli investimenti per l'alta velocità e la banda larga, per colmare il divario digitale.

"Tutti condividono l’alta velocità. Tutti hanno condiviso la necessità di fare un grande impulso per la realizzazione della fibra ottica. Dobbiamo colmare il divario digitale... Cercheremo di rendere strutturali tutti gli inventivi per le imprese che mostreranno una spiccata sensibilità sul tema della digitalizzazione".

Durante gli incontri nei giorni scorsi, non sono mancati i momenti di tensione, in particolare con Confindustria: il presidente degli industriali ha attaccato il governo, in particolare sulla cassa integrazione e sui contratti non pagati dallo Stato alle imprese.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала