Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Greta Thunberg: "la nostra società è solo un grande partito per nudisti"

© AP Photo / Bernat ArmangueAttivista Greta Thunberg alla conferenza di Madrid Cop25
Attivista Greta Thunberg alla conferenza di Madrid Cop25 - Sputnik Italia
Seguici su
L'attivista climatica svedese Greta Thunberg continua ad attaccare paesi e aziende che non rispettano gli obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio.

La leader e portavoce del movimento per il clima giovanile Greta Thunberg si è scagliata contro governi e grandi corporazioni che ricorrono alla cosiddetta "contabilità creativa" fingendo di avere emissioni di gas serra più basse rispetto alla realtà, ha affermato in una trasmissione radio diffusa via internet per il pubblico svedese.

“Gli imperatori sono nudi. Ognuno di essi", ha detto Thunberg, riferendosi potenzialmente alla storia di Hans Christian Andersen "I vestiti nuovi dell'imperatore".

"Si scopre che tutta la nostra società è solo un grande partito per nudisti", ha affermato l'attivista diciassettenne, i commenti sono stati poi ripetuti sui suoi account Twitter e Instagram.

​Thunberg ha insistito sul fatto che al mondo sono rimasti pochi anni prima che si esaurisca l'attuale "equilibrio di carbonio" destinato a tenere il passo con specifiche temperature medie globali e impedire che aumentino di oltre 1,5 °C in questo secolo, seguendo l'obiettivo stabilito dall'accordo sul clima di Parigi. Ma secondo l'attivista, molti leader mondiali si rifiutano di credere a queste previsioni e di agire di conseguenza.

“La crisi climatica e di sostenibilità non è una crisi equa. Quelli che saranno colpiti più duramente dalle sue conseguenze sono spesso quelli che hanno fatto il minimo per causare il problema in primo luogo”, ha avvertito Thunberg.

In molti hanno in precedenza definito Greta Thunberg come allarmista e catastrofista in seguito al suo discorso al Summit delle Nazioni Unite sul clima, dove aveva accusato i leader mondiali di aver rubato i suoi "sogni" e "infanzia" con "parole vuote".

A gennaio, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump si è scagliato contro i "profeti del destino" del clima durante il World Economic Forum di Davos, senza fare direttamente riferimento a Thunberg.

"Questi allarmisti richiedono sempre la stessa cosa: il potere assoluto di dominare, trasformare e controllare ogni aspetto della nostra vita", ha affermato il presidente.

Secondo Trump, che ha respinto le "previsioni apocalittiche", era un momento di ottimismo e non di pessimismo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала