Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coronavirus e acque reflue, Lopalco: Sars-CoV-2 circola 2 – 3 mesi prima di esplodere

Seguici su
Il ritrovamento dell'RNA di Sars-CoV-2 nelle acque reflue di Milano e Torino già a metà dicembre, fa dire a Lopalco che probabilmente il virus ha bisogno di 2-3 mesi prima di arrivare al picco.

L’indagine scientifica sulle acque reflue alla ricerca del nuovo coronavirus condotta dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss), riscrive la storia del Sars-CoV-2 in Italia e ne anticipa la sua presenza al 18 dicembre 2019.

Milano e Torino in quelle date presentano già tracce dell’RNA del virus, mentre a Bologna le tracce risalgono alla metà di gennaio.

Secondo il professor Pier Luigi Lopalco, ordinario di Igiene dell’Università di Pisa e membro della task force anti-coronavirus della Regione Puglia, questi dati mostrano una evidenza e cioè che il virus prima del picco circola per due o tre mesi sottotraccia.

In questa prima fase il virus non può essere facilmente rilevato anche se si presentano in ospedale uno o due casi di polmonite al giorno, spiega il professore, perché sono i mesi (dicembre-gennaio) tra i più intensi della “stagione influenzale”. Non ci si accorge di una anomalia perché quei casi vengono fatti rientrare nella ordinarietà di una normale fase influenza che sta per raggiungere il picco.

Oggi il virus lo identifichiamo molto facilmente, spiega Lopalco perché monitoriamo strettamente la popolazione italiana attraverso i tamponi, i test rapidi, i test sierologici.

Fase 2, le donne a Milano - Sputnik Italia
Coronavirus, infettivologo Tor Vergata: "Seconda ondata sarà prosecuzione della prima"

Continuare a circoscrivere

Anche se come ha detto il professore Giuseppe Remuzzi della Fondazione Mario Negri, i casi hanno una carica virale bassa, bisogna continuare a monitorare la situazione, afferma Lopalco.

Anzi, la carica virale bassa è dovuta al fatto che si stanno andando a cercare attivamente i soggetti, compresi gli asintomatici spiega l’igienista.

Dobbiamo capire come si comporterà il virus questa estate e tenerci pronti, così da evitare una eventuale seconda ondata.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала