Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

A ristoranti e alberghi il lockdown è costato 1,5 miliardi di euro - Coldiretti

© Foto : Niva MirakyanLa ristorazione italiana rischia di essere cancellata
La ristorazione italiana rischia di essere cancellata - Sputnik Italia
Seguici su
Il crollo delle attività di ristorazione causato dal lockdown della pandemia ha avuto un effetto negativo sull'agroalimentare a livello nazionale con una perdita di 1,5 miliardi di euro, lo riferisce un'analisi di Coldiretti sui dati Istat di aprile.

Secondo l'analisi di Coldiretti sugli effetti della riduzione del 9,5% del fatturato dell’industria alimentare registrato dall’Istat ad aprile, lo stop forzato di alberghi, bar, trattorie, ristoranti, pizzerie e agriturismi ha influenzato negativamente l'agroalimentare nazionale, che ha perso fino ad ora già 1,5 miliardi di euro di ricavi a causa dei mancati acquisti in cibi e bevande.

"Il lungo periodo di chiusura ha pesato su molte imprese dell’agroalimentare Made in Italy, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura ma anche su salumi e formaggi di alta qualità che trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco. In alcuni settori come quello ittico e vitivinicolo la ristorazione rappresenta addirittura il principale canale commercializzazione per fatturato" spiega Coldiretti.

L'analisi è stata effettuata sulla base dei dati registrati da Istat riguardo la situazione di aprile 2020, dove emerge una riduzione del fatturato nell'industria alimentare rispetto allo stesso periodo del 2019. Il calo, secondo quanto dichiarato da Coldiretti, non verrà risolto dalla riapertura a causa della mancata presenza di clientela italiana ed estera.

"Nonostante la riapertura permane tuttora una situazione di difficoltà nella ristorazione per una diffidenza diffusa, la chiusura degli uffici con lo smart working e per l’assenza totale del turismo di italiani e stranieri" conclude Coldiretti.

Secondo l'ultimo bollettino sulla produzione industriale italiana di aprile 2020 pubblicato da Istat, il fatturato dell'Industria italiana ha subito un crollo verticale pari al 29,4% rispetto al mese precedente e del 23,9% rispetto ai tre mesi precedenti. Queste cifre rilevate dall'Istat prefigurano il peggior risultato degli ultimi 20 anni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала