Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pregliasco (Università di Milano): "Focolai ci sono e temo ci saranno"

© AP Photo / Luca BrunoL'ospedale di Codogno
L'ospedale di Codogno - Sputnik Italia
Seguici su
Per il virologo dell'Università di Milano è altamente probabile che si vengano a creare nuovi focolai epidemici di Covid-19 nel prossimo futuro.

Per Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università di Milano, il coronavirus circola ancora in Italia ed è dunque necessario non abbassare la guardia, a dispetto di cifre che parlano di un netto arretramento del nuovo agente patogeno.

"In questo momento una certa quota di diffusione in Italia c'è. Abbassare la guardia è pericoloso rispetto a una situazione che sta andando bene nonostante le riaperture", ha spiegato il virologo ai microfoni della trasmissione Agorà su Rai3. 

Sul tema di una possibile seconda ondata epidemica, poi, Pregliasco sembra non avere dubbi, dicendosi convinto del fatto che la possibilità che si formino nuovi cluster di contagio è ben presente:

"Altri focolai ci sono ancora e io temo ci saranno", sono state le sue parole in merito.

Nei giorni scorsi sulla seconda questione era intervenuto anche il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, il quale si era detto soddisfatto dei miglioramenti sul fronte epidemico, affermando che una seconda ondata sembrerebbe ancora non essersi manifestata in Italia.

Dal canto suo, il direttore del reparto di Malattie infettive al Policlinico Tor Vergata di Roma Massimo Andreoni, aveva invece osservato che le dimensioni della seconda ondata saranno quasi certamente più contenute e che la stessa sarà una prosecuzione della prima.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала