Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sondaggi, il partito di Conte all'11%: quarta forza politica italiana

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Filippo AttiliIl Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto una conferenza stampa a Palazzo Chigi
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto una conferenza stampa a Palazzo Chigi - Sputnik Italia
Seguici su
Se il premier scendesse in campo con una sua forza politica attirerebbe i consensi di una parte dell'elettorato di altri partiti e attrarrebbe voti tra gli astensionisti. Lo rivela un sondaggio Tecnè.

Dopo Agorà, anche il programma di Nicola Porro, Quarta Repubblica, si è voluto sperimentare con la fantapolitica, tastando il terreno con un sondaggio su una ipotetica discesa in campo di Giuseppe Conte come leader di un proprio partito politico. I risultati di Tecné si sono rivelati più deludenti per il premier, che otterrebbe solo l'11%, anziché il 15% ipotizzato da Emg Acqua per Agorà. 

Luigi di Maio e Giuseppe Conte partecipano a un panel dedicato al tema della visione del mondo nel post-Covid - Sputnik Italia
Sondaggio politico: Conte capo del M5s, partito al 24%
Il partito di Conte scavalcherebbe in un solo colpo il M5s, che crollerebbe dal 14,9 al 9,6%, piazzandosi come quarta forza politica del Paese. Ma i pentastellati non sarebbero le uniche vittime del Presidente del Consiglio. Il suo partito saccheggerebbe voti a tutte le forze politiche, persino agli astensionisti che si ridurrebbero dal 42,8% al 42,1%.

Ma se la Lega perderebbe solo pochi decimali, passando dal  25,8 al 25,5%, il consenso del Pd collasserebbe dal 19,7 al 15,6%,  Fratelli di Italia passerebbe al 15,6 al 15,5%, Forza Italia calerebbe dall'8,4 all'8,2%. 

A differenza delle altre forze di maggioranza, sarebbe contenuto la variazione - pur sempre negativa - della fiducia verso il partito di Matteo Renzi, Italia Viva, che perderebbe solo un decimale passando dal 2,8 al 2,7%. Anche il movimento di Carlo Calenda, Azione, che si colloca nel centro sinistra, ma su posizioni europeiste e anti-populiste, vedrebbe una riduzione dei consensi contenuta dal 3 al 2,9%. 

Se ne deduce che la discesa in campo di Conte come leader politico con un suo partito avrebbe ripercussioni sull'elettorale di tutti gli schieramenti, con maggiori conseguenze per i partiti dell'alleanza di governo. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала