Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ripartono anche i matrimoni

© Sputnik . Evgeny Odinokov / Vai alla galleria fotograficaMosca. Una coppia si scambia gli anelli durante un matrimonio. Proseguono le cerimonie con le regole per la pandemia coronavirus
Mosca. Una coppia si scambia gli anelli durante un matrimonio. Proseguono le cerimonie con le regole per la pandemia coronavirus - Sputnik Italia
Seguici su
Da domani ripartono le cerimonie di nozze in Lombardia, Piemonte, Veneto, Lazio e Puglia, che si aggiungono a Campania e Toscana. Le regole da osservare in occasione dei banchetti nuziali.

Durante i mesi del lockdown nel nostro paese sono saltati circa 60 mila matrimoni. Un danno non solo per le aspirazioni di felicità dei promessi sposi ma anche per le aziende impegnate nel settore, tra cui ristorazione, trasporti, abbigliamento, fotografia e floricoltura.

Ma anche per le nozze inizia la ripartenza: sono quattro le regioni in cui si può tornare a pronunciare il fatidico “sì”: Lombardia, Piemonte, Veneto, Lazio e Puglia. Campania e Toscana avevano dato il via libera rispettivamente l’8 e il 13 giugno.

Ci saranno però nuove regole da rispettare conformemente alle nuove linee guida stilate dalla Conferenza delle Regioni, che si aggiungono a quelle già previste per le cerimonie in chiesa o in comune, che prevedono l’uso delle mascherine e il mantenimento della distanza sociale.

Matrimonio - Sputnik Italia
Matrimoni ripartono in Campania e in Puglia
Anche in occasione dei ricevimenti dovrà essere garantita la distanza sociale: gli invitati al banchetto nuziale o al rinfresco dovranno trovarsi distanti almeno un metro e per questo gli spazi dovranno essere organizzati di conseguenza. Consigliati percorsi alternativi per l’entrata e l’uscita e l’utilizzo di spazi aperti come i giardini terrazze. Anche i balli saranno poco romantici, vista la distanza di un metro da rispettare che non favorirà certo i lenti.

Gli invitati dovranno inoltre indossare la mascherina quando non sarà possibile garantire la distanza di sicurezza. Anche i posti a tavola saranno organizzati in modo da mantenere la distanza, a meno che non si tratti di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Ovviamente anche il personale di servizio sarà tenuto a indossare la mascherina e a usare frequentemente prodotti igienizzanti per le mani. Questi dovrà incaricarsi di servire gli ospiti anche in caso di buffet per evitare che tocchino il cibo comune con le mani. I commensali potranno servirsi da soli esclusivamente per prendere prodotti confezionati mono-uso.

Infine, gli sposi saranno tenuti a conservare l’elenco degli invitati per un periodo che va dai 14 ai 30 giorni per favorire eventuali tracciamenti in caso di partecipanti successivamente riscontrati positivi al virus.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала