Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Implementare 5G, appello per sviluppo digitale in Italia da importanti istituzioni culturali

© Foto : Mohamed ElmaaziSmartphone Display
Smartphone Display - Sputnik Italia
Seguici su
Appello delle Fondazioni culturali italiane più importanti affinché si diffonda in Italia la rete 5G, ritenuta di vitale importanza per lo sviluppo sociale ed economico dell'Italia: il lavoro passa anche da qui.

Le più importanti Istituzioni culturali italiane fanno appello al Governo affinché si faccia “una decisa scelta nella costruzione della generazione avanzata di reti wireless, chiamata 5G”.

Un appello pubblicato a pagamento sui maggiori quotidiani nazionali per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento ed evitare che i più dimentichino come durante i mesi del lockdown hanno potuto studiare, lavorare e restare in contatto con gli altri grazie agli strumenti tecnologici e al digitale.

“Nell’emergenza abbiamo usato lo smart working nelle imprese e nelle amministrazioni, la didattica a distanza nelle scuole e nelle università, l’uso delle piattaforme per restare vicini a parenti e amici, l’accesso allo streaming tv per l’intrattenimento”.

Ora però serve un cambio di passo per superare le criticità e diffondere il 5G in tutta Italia, perché, scrivono Fondazione Luigi Einaudi, il consorzio nazionale interuniversitario per le telecomunicazioni, ed altri, che la tecnologia consentirà:

“la più ampia copertura dei territori, compresi i piccoli comuni, una maggiore capacità di connessione alle fonti di informazioni e dati, una connettività stabile e velocissima, l’Internet delle cose, la remotizzazione della prevenzione e cura delle cronicità, la previsione dei grandi rischi naturali, l’automazione della mobilità e delle città. Generando così impatti estremamente positivi sull’economia, sul lavoro, sull’educazione, sulla cultura e l’intrattenimento”.

Sviluppo anche di nuovi lavori, uscita dei territori remoti dall’anonimato per mostrare le loro ricchezze al mondo, possibilità per i paesini più interni di essere ripopolati e non più “paesi fantasma”.

Matteo Salvini  - Sputnik Italia
Salvini: "In Italia la Cina starà fuori dal 5G"

Non possiamo permetterci di restare indietro

“Di fronte a questi traguardi, il Paese non può permettersi di rimanere indietro, in balia di pregiudizi immotivati, esitazioni conservatrici o inammissibili resistenze burocratiche”, scrivono Fondazione Magna Carta, Fondazione Guglielmo Marconi, Fondazione Adriano Olivetti e altre.

La richiesta al Governo

“Chiediamo dunque al Governo, alle istituzioni e alle forze politiche di promuovere un’azione di sistema per la creazione di una rete 5G solida e performante, che acceleri la rinascita dell’Italia, anche attraverso interventi normativi che accentrino le responsabilità delle autorizzazioni, garantendo adeguati limiti emissivi e liberando le diverse amministrazioni dall’assedio di posizioni irrazionali e antiscientifiche. Il 5G è un obiettivo necessario e urgente, va realizzato rapidamente per il futuro dell’Italia”.

L’assurdo legame 5G-Coronavirus

Durante i mesi del lockdown è circolata la tesi complottista secondo la quale il nuovo coronavirus si diffonderebbe anche grazie e attraverso l’installazione del 5G dei piccoli comuni italiani.

Una assurdità a quanto pare accolta da molti sindaci, dal momento che durante il lockdown in molti hanno bloccato le procedure di installazione, dichiarando i loro comuni 5G-free.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала