Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Immagine di Winston Churchill cancellata da Google Search - Foto

© REUTERS / Dylan MartinezПамятник Черчиллю в Лондоне
Памятник Черчиллю в Лондоне - Sputnik Italia
Seguici su
L'immagine di Winston Churchill è scomparsa su Google Search in quanto per le proteste BLM contro il razzismo nel Regno Unito il leader britannico viene considerato razzista.

I manifestanti di Black Lives Matter hanno scritto "razzista" sulla statua di Churchill a Londra, accusando il primo ministro di essere un suprematista bianco. Una campagna sta prendendo slancio nel Regno Unito per rimuovere altre statue legate al razzismo e alla schiavitù, ma il governo le difende come strumento necessario per educare le persone sugli errori del passato piuttosto che pensare alla loro demolizione.

Gli utenti dei social network nel Regno Unito e in molti altri Paesi hanno notato che la foto non viene più visualizzata nell'elenco nella parte superiore della pagina quando si cercano i primi ministri o leader della Seconda Guerra Mondiale. Invece è stato sostituito con un immagine predefinita senza volto.

Le immagini dei leader nazisti e fascisti, Adolf Hitler e Benito Mussolini, sono rimaste intatte, secondo gli screenshot dei risultati della ricerca.
 

Gli utenti ora non possono caricare direttamente le immagini nei risultati di ricerca e potrebbero esserci due motivi per cui l'immagine di Churchill è scomparsa: o è stata Google a rimuoverla o è stata rivista a seguito di un gran numero di richieste per la rimozione.

Il dibattito sulle figure storiche "razziste"

La figura di Churchill è diventata oggetto di un acceso dibattito nel Regno Unito la scorsa settimana alla luce delle diffuse proteste contro il razzismo, innescate dall'uccisione di George Floyd negli Stati Uniti. I manifestanti chiedono la rimozione di statue di figure legate alla schiavitù e al razzismo, richiesta sostenuta da alcuni legislatori.

L'attivista di Black Lives Matter Imarn Ayton ha suggerito che tali statue sono "estremamente offensive" e dovrebbero essere trasferite nei musei. "Penso che sia una vittoria per tutti, quindi non offendiamo più la nazione nera e possiamo anche mantenere la nostra storia", ha detto alla BBC sabato.

La statua del commerciante e schiavo Edward Colston a Bristol è stata distrutta dai manifestanti la scorsa settimana, e una statua del XVIII secolo di un uomo nero in ginocchio (che in realtà raffigura un moro, non uno schiavo) è stata rimossa dal terreno di un National Trust casa signorile di proprietà ad Altrincham, Greater Manchester. Alcune altre statue sono state rimosse in tutto il paese, tra cui uno di Robert Baden-Powell, il fondatore del movimento scout, nella Grande Manchester, e due monumenti di Thomas Guy e Sir Robert Clayton a Londra.

Winston Churchill, considerato uno dei più grandi inglesi di tutti i tempi, ha una storia di dichiarazioni controverse sulla razza. Una volta ha affermato che gli indiani sono "le persone più bestiali del mondo accanto ai tedeschi" e ha detto che "non pensava davvero che i neri fossero capaci o efficienti quanto i bianchi".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала