Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Speranza: firmato contratto per approvvigionamento 400 milioni vaccini contro coronavirus

© Foto : Filippo AttiliIl ministro della Salute, Roberto Speranza
Il ministro della Salute, Roberto Speranza - Sputnik Italia
Seguici su
Nell'annuncio del ministro della Salute, si sottolinea che la decisione di sottoscrivere il contratto con la società farmaceutica Astrazeneca è stata presa insieme ai capi dei dicasteri della Sanità di Germania, Francia e Olanda.

Tramite un post su Facebook, il ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato "una notizia molto bella e importante".

"Insieme ai Ministri della Salute di Germania, Francia e Olanda, dopo aver lanciato nei giorni scorsi l’alleanza per il vaccino, ho sottoscritto un contratto con Astrazeneca per l’approvvigionamento fino a 400 milioni di dosi di vaccino da destinare a tutta la popolazione europea", ha scritto Speranza.

Rivelando i dettagli sul vaccino candidato, il ministro ha affermato che "nasce dagli studi dell’Università di Oxford" e nella fase di sviluppo e produzione saranno coinvolte "importanti realtà italiane".

Speranza ha poi aggiunto che la sperimentazione è in stato avanzato e secondo le previsioni la prima tranche di dosi sarà pronta entro la fine dell'anno.

"Con la firma di oggi arriva un primo promettente passo avanti per l’Italia e per l’Europa. Il vaccino è l’unica soluzione definitiva al Covid 19. Per me andrà sempre considerato un bene pubblico globale, diritto di tutti, non privilegio di pochi", ha concluso il post Speranza.

Anche il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha commentato la notizia su Twitter, ricordando che "l'Italia è stato il primo Paese in Europa a conoscere da vicino questo virus".

Il vaccino su cui si basa il contratto sottoscritto dal ministro Speranza si chiama ChAdOx1 nCoV-19. E' stato sviluppato nei laboratori dello Jenner Institute dell’Università di Oxford, segnala l'Huffington Post, ma senza retorica si può dire che parla italiano, grazie al contributo della Irbm di Pomezia, uno dei leader globali nella produzione di vettori virali. Questo vaccino è una delle speranze più concrete per la lotta al coronavirus, come del resto testimoniano i cospicui finanziamenti ottenuti, specie da Regno Unito e Stati Uniti.​

In precedenza Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza e ordinario di Igiene generale e applicata all'Università Cattolica, aveva affermato che le prime dosi di vaccino potrebbero essere messe a disposizione degli italiani già all'inizio del prossimo inverno.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала