Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lazio, al focolaio del San Raffaele si aggiunge il palazzo occupato alla Garbatella

Seguici su
Focolaio alla Garbatella in un palazzo occupato, ma preoccupa il focolaio al San Raffaele Pisana. 200 le persone per ora testate. Intanto al via i test sierologici sui cittadini ecco come farlo.

I focolai nella Regione Lazio sono ora due ed entrambi nella Capitale, il primo è quello al San Raffaele Pisana e il secondo nel palazzo occupato alla Garbatella.

Nella palazzina in particolare ad essere stati ritrovati positivi al tampone sono una famiglia composta da madre, padre e figlio di origini peruviane. In seguito ai tamponi effettuati, tuttavia, il numero di inquilini positivi è salito a 17 e così la palazzina ubicata in piazza Pecile è stata isolata. Nella palazzina vi abitano 100 persone e altre 40 sono in attesa di esito del tampone: nella palazzina nessuno può entrare da essa nessuno può uscire. I casi positivi sono invece stati trasferiti in strutture sanitarie dove ora sono in isolamento.

Tuttavia è la situazione al San Raffaele Pisana a destare preoccupazione, come riporta il bollettino della Regione Lazio il focolaio “sta fortemente impegnando” il sistema sanitario locale e tutto l’apparato di ricerca dei casi.

In totale i contagiati risultano essere 99, con 2 decessi di pazienti di sesso femminile 80enni decedute una al Policlinico Gemelli e l’altra all’ospedale militare del Celio. Le due donne provenivano dal San Raffaele di Roma.

L’indagine epidemiologica spiega il bollettino sanitario della Regione, “andrà a ritroso a partire dal 1° maggio” per rintracciare tutti i possibili casi di contagio. Al momento “sono stati chiamati i primi 200 pazienti dimessi dalla struttura”.

Tutti costoro vengono sottoposti a test sierologico presso i drive-in. I pazienti positivi vengono tutti immediatamente trasferiti.

Intanto proseguono anche i “test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell’ordine”.

I dati della Regione Lazio

Nel Lazio i decessi ieri 12 giugno sono stati 5, mentre il numero dei guariti è stato di 317 un dato che viene considerato un record regionale. I guariti nella regione raggiungono così il numero di 4.913.

Per quanto riguarda la distribuzione di mascherine. La Regione ha distribuito 166mila mascherine chirurgiche, 46mila maschere Ffp2, 5.500 maschere Ffp3, 3.550 tute e 14.400 cuffie presso le strutture sanitarie a protezione degli operatori sanitari.

Test sierologici sulla popolazione

Dopo aver concluso i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario, ora nel Lazio sono partiti i test sierologici per i privati cittadini e i medici veterinari.

Il servizio di prenotazione del test sierologico è online e presso le strutture pubbliche costa soltanto 15,23 euro, qui la pagina con tutte le informazioni.

Qui sotto un video che spiega tutto.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала