Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Lombardia ci sono ancora più casi che nel resto d’Italia, ma migliora

© Sputnik . Tatyana Volobueva / Vai alla galleria fotograficaI visitatori del Castello Sfrozesco a Milano
I visitatori del Castello Sfrozesco a Milano - Sputnik Italia
Seguici su
In Lombardia si concentra ancora il numero maggiore di nuovi contagi in Italia, ma la situazione migliora come dimostrano i dati. I test sierologici aiutano a scovare potenziali focolai.

Il numero di positivi calcolati dalle regioni e forniti alla Protezione civile ieri indicano in +393 i nuovi casi positivi al nuovo coronavirus, di cui 272 sono stati comunicati dalla Regione Lombardia che purtroppo resta la più colpita.

Tuttavia il Lombardia gli attualmente positivi calano di ulteriori 316 unità scendendo a 17.024 (il totale in Italia è 28.997).

Se si considera il rapporto tra numero di tamponi fatti in Lombardia nella sola giornata del 12 giugno (14.837) e il numero di nuovi positivi, esso è dell’1,8% su base giornaliera. Tale rapporto è tra i più bassi registrati tra la seconda metà di maggio e di giugno.

Altro dato positivo riguarda i guariti/dimessi che sono +557 per un totale complessivo di 57.775.

In terapia intensiva ci sono 97 persone in Lombardia, mentre gli ospedalizzati sono 2.357, in diminuzione di 131.

Per quanto riguarda i decessi essi sono stati 31 in una sola giornata (56 i decessi in Italia ieri) che porta il triste computo regionale a 16.405 decessi ufficialmente accertati.

L’efficacia dei test sierologici

In Lombardia prosegue la campagna di test sierologici, l’Assessore al Welfare Giulio Gallera ha riferito che 42 dei nuovi positivi sono riferiti a tamponi “eseguiti dopo i test sierologici” di cui 21 sono stati riscontrati in alcune RSA regionali.

In totale la Regione Lombardia ha effettuato 264.024 prelievi ematici a 161.695 cittadini e 102.329 operatori.

“Gli esiti di questi test sierologici hanno evidenziato uno stato di positività per 41.250 (il 25,6%) cittadini e 13.402 (12,6%) operatori. In questi casi viene effettuato il tampone. Poco meno del 10% dei cittadini positivi al test lo è anche al tampone. Per gli operatori, la positività è confermata nell’1% dei casi”, ha detto Gallera.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала