Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giuseppe Conte: "Sulle zone rosse ho agito in scienza e coscienza"

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Filippo AttiliIl Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto una conferenza stampa a Palazzo Chigi
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto una conferenza stampa a Palazzo Chigi - Sputnik Italia
Seguici su
Giuseppe Conte afferma di aver agito in scienza e coscienza sulla decisione di non istituire la zona rossa ad Alzano Lombardo e sugli Stati generali: 'inviterò ancora le opposizioni'.

Oggi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà ascoltato dai giudici riguardo la mancata istituzione di una zona rossa ad Alzano Lombardo in provincia di Bergamo. I giudici di Bergamo sono a Roma e stanno ascoltando tutti i ministri e le persone che in quei giorni drammatici presero le decisioni sulle zone rosse da istituire tra Lombardia e Veneto.

Conte, intervistato dal quotidiano La Stampa, afferma che seppure tornasse indietro non istituirebbe la zona rossa “perché ho agito in scienza e coscienza”. Ed è per questo motivo che non teme di essere indagato e anzi afferma:

“Mi sono reso subito disponibile, doverosamente, per informare il pm di tutte le circostanze di mia conoscenza”.

La questione Stati generali dell’economia italiana

Giuseppe Conte difende gli Stati generali dell’economia italiana, non li considera una passerella ma un concreto momento di confronto con 120 miliardi sul tavolo da spendere.

E alcune idee su come spendere questi fondi Conte le ha. In particolare pensa all’infrastruttura ferroviaria ad alta velocità da costruire in alcune zone del paese anche se possono sembrare economicamente non vantaggiose per lo Stato, come l’Alta velocità Reggio Calabria-Taranto. E poi pensa all’alta velocità tra Roma e Pescara, Roma e Ancona, alla Roma-Genova. Mentre sono in costruzione la Venezia-Milano e la Napoli-Bari.

Per quanto riguarda il ponte sullo Stretto di Messina Conte è chiaro, prima bisogna creare le infrastrutture terrestri di collegamento e potenziare la linea ferroviaria in Sicilia e solo dopo questi lavori infrastrutturali si potrà pensare di costruire il ponte: “parlarne oggi è una fuga in avanti”.

Inviterò ancora le opposizioni agli Stati generali

Per quanto riguarda il rifiuto delle opposizioni a partecipare agli Stati generali, Conte afferma che tornerà ad invitarli nella speranza che maturino nel frattempo “una posizione diversa”.

Villa Pamphili è una sede istituzionale dove il presidente del Consiglio incontra i capi di Stato, ripete ancora una volta il premier a proposito della polemica sulla sede scelta per gli incontri.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала