Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Inditex (Zara) chiuderà 1200 negozi in tutto il mondo: punta agli store online

© Sputnik . Albert PolyakovUno degli stand nel padiglione organizzato da Ente Moda Italia a CPM Moscow
Uno degli stand nel padiglione organizzato da Ente Moda Italia a CPM Moscow - Sputnik Italia
Seguici su
Zara chiuderà 1200 piccoli negozi per aprire 450 tecnologicamente avanzati e collegati alla piattaforma e-commerce che assorbirà 1.7 miliardi di euro di investimento entro il 2022.

Ieri Inditex, proprietaria dei marchi Zara, Pull&Bear, Massimo Dutti e Bershka, ha pubblicato i dati sulle perdite di periodo per il primo trimestre del 2020. Il crollo verticale del -44% è stato considerato un successo, nonostante l’88% dei negozi sia rimasto chiuso in gran parte del periodo di riferimento.

Allo stesso tempo le vendite online sono cresciute del 50% durante il periodo del lockdown e nel solo mese di aprile del +95%.

Ecco che Inditex ha preso la decisione strategica da applicare nei prossimi anni: chiudere i negozi fisici circa 1200 tra Asia ed Europa di piccola dimensione e “aprire” quelli online.

Inditex, infatti, investirà ben 1,7 miliardi di dollari nella strategia di trasformazione digitale del gruppo della moda. L’enorme investimento servirà a potenziare la piattaforma IT proprietaria di vendita integrata dei suoi marchi, e a sviluppare tecnologie avanzate per la gestione delle vendite.

Obiettivo vendite non “stoppabili”

L’obiettivo dichiarato dal Ceo Pablo Isla è quello di rendere Inditex e i suoi marchi sempre disponibili, nell’ottica di fornire “un servizio senza interruzioni” attraverso qualsiasi dispositivo, a qualsiasi ora del giorno e in qualsiasi condizione.

Il piano di Inditex è quello di “assorbire tra i 1.000 e 1.200 piccoli negozi” che non hanno le capacità di offrire le migliori esperienze per i clienti. Allo stesso tempo Zara aprirà 450 nuovi store altamente tecnologici che fungeranno anche da hub di vendita dei prodotti acquistati online.

Integrare il fisico e digitale

La strategia in Europa e nelle Americhe è quella di integrare i negozi fisici con gli e-commerce digitali entro il 2022, mentre in Cina e Giappone Inditex punta a migliorare la presenza di Bershka, Pull&Bear e Stradivarius attraverso la piattaforma online.

In Spagna si verificherà uno degli assorbimenti dei piccoli negozi che saranno riconvertiti in store più grandi come già fatto a Pamplona e a Bilbao.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала