Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Zona Rossa, Conte sereno: "Al pm riferirò tutti i fatti di mia conoscenza"

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Filippo AttiliIl Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto una conferenza stampa a Palazzo Chigi
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto una conferenza stampa a Palazzo Chigi - Sputnik Italia
Seguici su
Il Presidente del Consiglio ha risposto da Palazzo Chigi ad alcune domande riguardo la richiesta da parte del pm di Bergamo di interrogare Conte insieme a Lamorgese e Speranza sulla mancata istituzione della zona rossa a Nembro e Alzano.

"Le cose che dirò al pm e dunque non posso anticiparle: riferirò doverosamente tutti i fatti di mia conoscenza. Non sono preoccupato, non è arroganza e non è sicumera. Non commento le parole del procuratore che sono state anticipate: ci confronteremo venerdì, in piena serenità" così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ai giornalisti fuori da Palazzo Chigi, dopo che nel pomeriggio i media avevano diffuso la notizia del prossimo interrogatorio disposto dal pm di Bergamo sulla questione della mancata zona rossa di Alzano e Nembro.

Il Presidente del Consiglio si è detto non preoccupato della situazione e del dialogo che si svolgerà venerdì nel quale, insieme al ministro dell'Interno Lamorgese e al ministro della Salute Speranza dovrà testimoniare come persona informata sui fatti.

"I cittadini hanno il diritto di conoscere e noi che abbiamo responsabilità istituzionali di rispondere in tutte le sedi istituzionali e anche di fronte ai cittadini e anche qualche volta informalmente. Io sono sereno con la mia coscienza e anche essendo stato affiancato insieme ai ministri da persone competenti ed esperti abbiamo cercato di fare veramente tutto il possibile per salvaguardare la nostra comunità nazionale" ha dichiarato Conte ai cronisti davanti Palazzo Chigi.

​In seguito alle versioni del governatore della Lombardia Attilio Fontana e dell’assessore Giulio Gallera ascoltate dai magistrati nelle scorse settimane, la procura di Bergamo ha deciso di verificare l’iter seguito alla fine di febbraio quando si decise di non chiudere i due paesi della bergamasca interrogando il Presidente del Consiglio insieme al ministro dell'Interno e al ministro della Salute.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала