Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Olanda, avviato l’abbattimento di massa dei visoni nelle fattorie con casi di COVID-19

© Sputnik . Oleg Lastochkin / Vai alla galleria fotograficaUn visone in gabbia
Un visone in gabbia - Sputnik Italia
Seguici su
Le autorità olandesi hanno iniziato ad abbattere i visoni nelle fattorie dove sono stati registrati casi di COVID-19. Due settimane fa il ministro dell'agricoltura olandese aveva segnalato il secondo caso di trasmissione dell’infezione da visone ad uomo.

A sollevare il tema dei visoni come vettori del virus è stata il ministro dell’Agricoltura dei Paesi Bassi Carola Schouten, che per prima nel mese di maggio aveva riferito di un caso di trasmissione dell’infezione di coronavirus da un visone ad una persona.

Dopo aver rilevato un secondo caso simile, Schouten ha affermato che la probabilità di trasmissione del virus dall’animale all'uomo era valutata in quel momento come esigua.

Tuttavia, l’atteggiamento dei funzionari in seguito è cambiato e lo scorso 3 giugno è stato annunciato l’abbattimento di circa 10 mila visoni in fattorie di animali d’allevamento nella provincia del Brabante.

Due gruppi animalisti hanno presentato un ricorso, poi respinto, contro la decisione, pertanto l’avvio dell’operazione è slittato di un giorno, da venerdì a sabato.

Frederique Hermie, una portavoce dell'organismo incaricato della sicurezza alimentare e sanitaria, ha dichiarato che l’abbattimento dei mammiferi verrà effettuato con l’uso di monossido di carbonio.

I visoni vengono allevati alle fattorie per la loro pelliccia. Nel 2016 la Corte suprema olandese ha imposto di chiudere tutte le fattorie di visoni nel paese entro il 2024.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала